PMI, dal Miur 470 milioni di euro per progetti di ricerca e sviluppo

I 470 milioni di euro messi a disposizione dal Miur finanzieranno solamente progetti presentati in forma di partenariato da un ente pubblico e da una PMI

Innovazione, ricerca e sviluppo sono i tre pilastri su cui si fonda il futuro delle PMI e delle grandi aziende italiane. Ne è cosciente il Governo che negli ultimi anni ha incentivato le imprese a investire nell’Industria 4.0 finanziando bandi e progetti. Ora scende in campo anche il Miur, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e dalla Ricerca, creando un bando da 470 milioni di euro che andrà a finanziare i progetti dedicati alla ricerca e allo sviluppo di strumenti tecnologici innovativi. L’obiettivo del Miur è di far lavorare fianco a fianco gli enti di ricerca e le aziende presenti sul territorio: senza una collaborazione tra tutte le parti sociali difficilmente la ricerca italiana potrà competere con quella estera. E a pagarne le conseguenze saranno proprio le PMI e le grandi aziende del Bel Paese.

Come presentare la domanda al bando del Miur

Le domande per richiedere i finanziamenti devono essere presentate in forma di partenariato tra un ente pubblico e uno privato. I soggetti ammessi al bando sono tutte le PMI e le grandi aziende, le Università, gli enti di ricerca, le amministrazioni pubbliche e tutti i soggetti in possesso dei requisiti idonei. Università, enti pubblici e aziende dovranno collaborare per riuscire a presentare dei progetti che abbiano al centro lo sviluppo e la ricerca di strumenti tecnologici innovativi. La tecnologia sarà il settore in cui le aziende dovranno investire maggiormente, se vorranno restare competitivi a livello nazionale e internazionale. Le domande potranno essere presentate entro il 9 novembre 2017 tramite il Sistema Informatico Ricerca Italia Online SIRIO.

I fondi a disposizione

Come detto, il Miur ha messo a disposizione 470 milioni di euro e ogni progetto dovrà prevedere una spesa che va da un minimo di 3 milioni a un massimo di 10 milioni di euro. Il bando del Miur fa parte del “Programma Quadro di Ricerca e Innovazione Orizzonte 2020” che ha come obiettivo proprio l’innovazione in campo tecnologico. Le aree interessate dal finanziamento saranno 12: Aerospazio, Agrifood, Blue Growth, Chimica Verde, Cultural Heritage, Design, creatività e Made in Italy, Energia, Fabbrica Intelligente, Mobilità sostenibile, Salute, Smart, Secure and Inclusive Communities, Tecnologie per gli Ambienti di Vita.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PMI, dal Miur 470 milioni di euro per progetti di ricerca e svilu...