PMI, come farsi trovare pronte all’arrivo del GDPR

Il 25 maggio 2018 entrerà in vigore il nuovo Regolamento sulla tutela dei dati personali. Ecco i consigli della Commissione Europea per farsi trovare pronti

La questione dei dati personali è sempre molto delicata. Da una parte ci sono le aziende che chiedono il consenso agli utenti per raccogliere informazioni sul loro conto e dall’altra gli stessi utenti che cercano di proteggere i propri dati personali. Dal 25 maggio 2018 cambierà tutto: entrerà in vigore il nuovo Regolamento sulla tutela dei dati personali (GDPR) approvato dal Parlamento europeo che introdurrà norme più rigorose e identiche in tutti i Paesi dell’Unione. E le aziende saranno obbligate a rispettarle, altrimenti andranno incontro a sanzioni che possono essere anche abbastanza pesanti. Anche le piccole e medie imprese italiane saranno costrette ad adeguarsi e a seguire le direttive europee. Per far sì che tutte le organizzazioni e le aziende arrivino preparate alla data, la Commissione europea ha lanciato due nuovi siti web sul Regolamento sulla tutela dei dati personali. Il primo è dedicato agli utenti e alle imprese che devono capire che cosa è il GDPR, mentre il secondo è un sito molto tecnico dove le PMI possono trovare tutte le normative che entreranno in vigore il 25 maggio 2018.

I consigli della Commissione europea

Il primo sito web è realizzato in modo molto carino, con un grande utilizzo di immagini e infografiche. L’obiettivo è aiutare gli utenti e le piccole e medie imprese a orientarsi tra le nuove regole per la tutela dei dati personali. Rispetto alle normative ora in atto, il Regolamento sulla tutela dei dati personali sarà molto più stringente e obbligherà molte piccole e medie imprese a cambiare il loro modus operandi. In caso di dubbi, sul sito web è possibile trovare tutte le risposte a domande del tipo “Perché cambiare le norme?”, “Che cosa deve fare l’azienda?”, “Quali sono i costi per la non conformità?”.

Il secondo sito, invece, è molto più schematico e entra direttamente nel cuore della questione. Le piccole e medie imprese potranno trovare tutte le normative approvate dalla Commissione Europea e come devono essere applicate nel mondo reale. Uno dei grandi cambiamenti del GDPR saranno le norme più severe in materia di protezione dei dati che permetteranno alle persone di avere più controllo sui loro dati personali, mentre le imprese godranno di condizioni di parità. Per saperne di più, le piccole e medie imprese italiane potranno fare riferimento all’autorità nazionale per la protezione dei dati.

PMI, come farsi trovare pronte all’arrivo del GDPR
PMI, come farsi trovare pronte all’arrivo del GDPR