PMI Calabria, 2 milioni di euro per l’internazionalizzazione dalla Regione

La Regione ha stanziato quasi 2 milioni di euro per incrementare e riqualificare i mercati esteri per le piccole e medie imprese e i lavoratori autonomi calabresi

Nell’ambito del Programma operativo regionale 2014-2020 per le piccole e medie imprese della Calabria sono stati stanziati quasi 2 milioni di euro. Si tratta di un intervento che ha la finalità di far partire o incrementare gli investimenti nel campo dell’internazionalizzazione per le PMI che hanno sede legale e operativa nella Regione Calabria.

Lo scopo del Programma quindi è quello di incrementare e qualificare la quota di esportazione dei prodotti e dei servizi delle aziende regionali sui mercati esteri. Oltre alle piccole e medie imprese al Bando internazionalizzazione 2018 potranno partecipare anche coloro che esercitano un’attività di lavoro autonomo, i consorzi o le società consortili di imprese e infine le reti di piccole e medie imprese. Per la Regione Calabria si tratta del secondo intervento consecutivo volto a favorire l’internazionalizzazione. Già nel 2017, infatti, 40 aziende calabresi risultarono beneficiarie dei finanziamenti regionali per entrare o consolidarsi in un mercato estero.

Quali interventi possono essere finanziati

Per poter ricevere i finanziamenti le imprese, o i lavoratori autonomi, dovranno presentare un progetto legato a questo tipo di interventi: partecipazione a fiere e saloni internazionali nei paesi target scelti dalla Regione e realizzazione di eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali, realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero, promozione di incontri bilaterali e partnership fra operatori italiani ed esteri, attivazione di azioni di comunicazione sui mercati esteri, rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione, certificazione per l’export. Inoltre per partecipare al Bando Internazionalizzazione 2018 le PMI devono far parte di un delle aree di innovazione della Smart Specilization Strategy (S3) della Regione Calabria, e quindi agroalimentare, Edilizia sostenibile, Turismo e Cultura, Logistica, ICT e Terziario Innovativo, Smart Manufacturing, Ambiente e Rischi Naturali, Scienze della vita.

Modalità di finanziamento

Le agevolazioni «de minimis» previste nel Bando Internazionalizzazione 2018 per le PMI calabresi sono concesse nella forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili. Gli importi massimi sono due: 200 mila euro per progetti presentati da consorzi o reti di PMI o reti composte da piccole e medie imprese e lavoratori autonomi, 50 mila euro per progetti di singole PMI o di singoli lavoratori autonomi. I contributi verranno erogati secondo la seguente modalità: il 40% dell’importo in forma anticipata, il restante 50% verrà erogato durante le fasi di intervento dell’impresa e infine l’ultimo 10% verrà erogato a conclusione del progetto iniziale. I progetti verranno valutati in ordine cronologico in base alla presentazione delle domande da un apposito sportello regionale.

Come presentare la domanda

La modulistica relativa al bando internazionalizzazione 2018 sarà visionabile sul sito della Regione Calabria al sito web http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa. Le Domande dovranno essere compilate esclusivamente on line, pena l’esclusione, registrandosi e poi compilando i moduli nel portale Calabria Europa. Le domande devono essere sottoscritte digitalmente e inviate mediante procedura telematica.

PMI Calabria, 2 milioni di euro per l’internazionalizzazione dal...