Piano Nazionale Imprese 4.0, gli investimenti trainano il PIL

L’Industria 4.0 è il motore della ripresa economica del Bel Paese: in crescita la produzione di macchinari e gli investimenti in innovazione

L’Italia investe in innovazione e lo fa soprattutto grazie agli strumenti messi a disposizione dal Governo negli ultimi tre anni. Il Piano Nazionale Industria 4.0 ha messo a disposizione delle aziende molti miliardi di euro con i quali le piccole e medie imprese hanno potuto acquistare nuovi macchinari innovativi o investire in ricerca e sviluppo. Dai dati forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico, negli ultimi sei mesi tutti gli indicatori economici sono in crescita, tra cui quelli inerenti la produzione industriale (mai così alta negli ultimi anni) e il prodotto interno lordo. Altro dato interessante è la diminuzione delle scorte che obbligherà le aziende ad aumentare la produzione industriale nel secondo semestre del 2017 per rifornire i magazzini dei venditori.

Piano Nazionale Industria 4.0: linee guida per il 2018

Super ammortamento, iper ammortamento, Nuova Sabatini Ter, credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, Fondo di Garanzia per le PMI sono solamente alcune delle misure varate dal Governo negli ultimi anni per sostenere la ripresa economica. Tutte misure che sono confluite nelle linee guida 2017 del Piano Nazionale Industria 4.0. Per il 2018 il Ministero dello Sviluppo Economico è già pronto a cambiare rotta per consolidare la crescita e allo stesso tempo permettere alle piccole e medie imprese di investire in innovazione. I fondi che verranno inseriti all’interno della Legge di Stabilità 2018 verteranno soprattutto sull’aumento dell’occupazione (in particolare modo gli under 30) e sulla formazione dei dipendenti. Uno dei punti deboli dell’industria italiana è proprio la poca preparazione dei lavoratori che dovranno adattarsi al più presto alle nuove dinamiche dell’Industria 4.0. Per questo motivo il Governo sta preparando degli sgravi fiscali per incentivare le piccole e medie imprese a far partecipare i propri dipendenti a dei corsi di formazione. Contemporaneamente il Governo si impegna a potenziare gli istituti tecnici superiori: nei prossimi anni il personale tecnico specializzato sarà sempre più importante.

Cosa ancora non va nel Piano Nazionale Impresa 4.0

Non sono tutte rose e fiori. Il Piano Nazionale Industria 4.0 sta dando i suoi frutti, ma sono necessari ulteriori investimenti e strutture. Ad esempio è in ritardo l’apertura dei Competence Center che avrebbero dovuto garantire corsi di alta formazione e la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo.

Piano Nazionale Imprese 4.0, gli investimenti trainano il PIL