Macchinari innovativi, 340 milioni per le PMI del sud

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto dei finanziamenti pari a 240 milioni per le imprese del Mezzogiorno che acquistano macchinari e sistemi produttivi tipici dell’Industria 4.0

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 340 milioni di euro per favorire l’acquisto di macchinari innovativi e di ultima generazione all’interno delle micro, piccole e medie imprese sparse lungo tutto il territorio del Sud Italia (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

La misura voluta dal Ministero per lo Sviluppo Economico rientra nel progetto PON Imprese e Competitività 2014-2020 FESR oltre che nel Programma Nazionale di valorizzazione delle PMI operanti nelle regioni meno sviluppate a livello digitale d’Italia. L’obiettivo nello specifico è quello di avvicinare il più possibile le aziende operanti nel settore manifatturiero a quelle che sono le nuove tecnologie. L’adozione di macchinari innovativi e nuovi sistemi produttivi potrebbe permettere infatti a queste piccole realtà del Sud Italia di emergere non solo a livello nazionale ma anche di affacciarsi in mercati esteri.

Le PMI del Sud Italia e la Fabbrica Intelligente

Le agevolazioni previste dal Ministero dello Sviluppo Economico andranno a finanziare tutte le spese previste dalle PMI di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia per l’acquisto di nuovi macchinari o di nuovi sistemi di produzione. Come ribadito dal Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio lo scopo è quello di creare delle eccellenze o di recuperare delle piccole e medie imprese storiche a livello locale nel manifatturiero grazie alle cosiddette fabbriche intelligenti. Di cosa si tratta? Semplice, come dice il nome stesso una fabbrica intelligente è quella che sfrutta le opportunità delle nuove tecnologie per superare la crisi, ottimizzare la produzione, personalizzare servizi e prodotti in base ai feedback degli utenti e così via. Come verranno aiutate le PMI del Sud Italia? Con dei contribuiti e degli agevolamenti che saranno in relazione alla dimensione dell’impresa, ci saranno poi dei finanziamenti a tasso agevolato e anche dei contributi una tantum in base a macchinari e impianti inerenti l’Industria 4.0 acquistati. Al momento non è ancora chiaro come e quando presentare le domande, che comunque dovranno essere compilate per via telematica, ma lo stesso Luigi Di Maio ha fatto sapere che a breve uscirà il bando con tutte le informazioni a riguardo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Macchinari innovativi, 340 milioni per le PMI del sud