L’equity crowdfunding cresce: raccolti 5 milioni nei primi sei mesi del 2017

Nel primo semestre del 2017 con l’equity crowdfunding sono state finanziate 23 imprese e la somma raccolta è superiore rispetto a quella di tutto il 2016

L’equity crowdfunding cresce e supera tutte le più rosee aspettative. È quanto emerge dalla ricerca portata avanti dall’Osservatorio Crowdinvesting della School of Management del Politecnico di Milano che evidenzia i risultati ottenuti dalle piattaforme di equity crowdfunding nei primi sei mesi del 2017. In soli 180 giorni è stata raccolta la stessa somma ottenuta in tutto il 2016, circa 5 milioni di euro. Il motivo è abbastanza semplice da spiegare: gli investitori ritengono lo strumento più affidabile rispetto al passato e in molti investono in startup e PMI innovative nella speranza di vedere moltiplicati il denaro investito. E nei prossimi anni la situazione non dovrebbe che migliorare, anche a causa della creazione di nuove piattaforme per l’equity crowdfunding.

Cosa è l’equity crowdfunding

Per chi non lo sapesse, l’equity crowdfundig è uno strumento di finanza alternativa, utilizzato soprattutto dalle piccole e medie imprese che sono alla ricerca di nuovi fondi e che non riescono a ottenerli dalle banche e dagli istituto di credito. Per ottenere i finanziamenti dai privati, le società mettono in vendita delle quote dell’azienda, con gli investitori che diventano soci. L’Italia è stata la prima Nazione Europea a redigere un regolamento (nel 2013), ma ci sono voluti almeno un paio di anni prima che lo strumento iniziasse a funzionare.

I numeri dell’equity crowdfunding

Dai risultati registrati dall’Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano, i primi sei mesi del 2017 hanno fatto segnare un +123% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Dal 2014, in totale sono stati raccolti 12,5 milioni di euro, di cui 5 milioni solo nel primo semestre 2017. Un risultato che ha superato le più rosee aspettative e mostrato i margini di crescita dello strumento di finanza alternativa. Le società che hanno portato a termine la propria campagna di equity crowdfunding sono state 23, di cui 19 startup innovative, 3 PMI e un OICR (Organismo di Investimento Collettivo del Risparmio). Inoltre, la maggior parte delle campagne è andata in overfunding, ovvero ha raccolto più del minimo preventivato dalle aziende. Se l’obiettivo minimo mediamente è stato fissato a 100.000 euro, le 23 campagne hanno raccolto più di 200.000 euro.

L’equity crowdfunding cresce: raccolti 5 milioni nei primi sei mesi ...