Le scadenze fiscali di novembre 2019 per PMI e liberi professionisti

Novembre è un mese importante per PMI e partite IVA: ecco tutte le scadenze fiscali che devono rispettare

Novembre è il mese delle imposte e delle tasse. Prima della fine dell’anno le imprese e i lavoratori autonomi sono chiamati a versare all’erario le ultime imposte. Si va dagli acconti Iva, Ires, Irpef, Irap alle addizionali regionali e comunali, fino ad arrivare alle classiche ritenute dei lavoratori dipendenti. Secondo le stime, gli italiani dovranno versare nelle case dell’erario 55 miliardi di euro. Si parte l’11 novembre con la consegna del 730 integrativo e si arriva fino al 30 novembre con il versamento della prima rata o in un’unica soluzione del saldo e stralcio delle cartelle esattoriali.

Gli appuntamenti fiscali di novembre 2019 per imprese e partite IVA

Sarà un mese al “cardiopalma” per le aziende e i lavoratori autonomi italiani. Da sempre novembre è il mese delle tasse, e in questo 2019 non sarà diverso. Ecco le date da segnare con il cerchio rosso sul calendario.

  • 11 novembre. L’11 novembre è il termine ultime per verificare la conformità dei dati presenti nella dichiarazione integrativa del modello 730. La scadenza riguarda i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) e i professionisti.
  • 14 novembre. Entro questo giorno le persone fisiche e i soggetti titolari di reddito d’impresa possono richiedere lo sport bonus 2019 se hanno donato fondi per interventi di manutenzione o per la realizzazione di nuove strutture sportive.
  • 15 novembre. Gli esercenti che lavorano nel commercio al minuto devono registrare tutte le operazioni avvenute nel mese solare precedente nelle quali è stato rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta. I soggetti IVA devono registrare le fatture differite del mese solare precedenti relative a tutti i beni consegnati.
  • 18 novembre. Il giorno più importante del mese per le imprese. Il 18 novembre si concentrano la maggior parte degli appuntamenti fiscali del mese. Si parte con il versamento della rata saldo dell’IVA annuale per coloro che hanno effettuato il pagamento della prima rata a marzo. Per i contribuenti IVA mensili c’è il versamento dell’IVA dovuta per il mese precedente. Per le imprese che svolgono il ruolo di sostituto d’imposta ci sono i classici appuntamenti mensili, come ad esempio il pagamento dei contributi dei lavoratori dipendenti. I titolari di partite IVA devono versare le imposte a saldo del 2018 e il primo acconto per il 2019. Lo stesso vale per i soggetti IRES.
  • 25 novembre. Presentazione degli elenchi INTRASTAT mensili.
  • 30 novembre. Per le persone che hanno aderito alla Definizione agevolata “Saldo e stralcio”, il 30 novembre potranno pagare la prima rata o versare in un’unica soluzione quanto dovuto all’erario.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le scadenze fiscali di novembre 2019 per PMI e liberi professioni...