Le grandi imprese investono nelle startup italiane

A Milano durante lo SMAU è stata presentata una nuova ricerca realizzata da Cerved e promossa da Assolombarda sulla situazione sul venture capitalism in Italia

Il palcoscenico dello Smau a Milano è stato scelto per presentare il Secondo Osservatorio sui modelli italiani di Open Innovation e di Corporate Venture Capital, una ricerca promossa da Assolombarda, Italia Startup e Smau, in partnership con BTO Research e Cerved. Gli istituti di ricerca hanno voluto mettere in evidenza come gli investimenti effettuati dalle grandi imprese nelle startup innovative portano dei benefici a entrambi gli attori: le aziende migliorano la redditività, mentre le startup falliscono di meno e crescono più velocemente.

I numeri della ricerca

La ricerca ha analizzato quanti sono gli investitori specializzati in innovazione che aiutano le startup nella crescita. In totale gli 89 investitori (al cui interno si trovano incubatori, soci di Italia Startup e venture capitalist) sono entrati in affari con 1254 aziende. Di cui 704 sono startup (quindi nate dopo il 2010) e solamente 287 sono iscritte nella sezione del Registro delle Imprese dedicata a loro. In totale invece, le startup innovative presenti nel Registro delle Imprese sono 7752 e sono rappresentate da 46.196 soci. Ciò vuol dire che gli investitori in innovazione sono presenti in meno del 10% delle startup italiane, una percentuale esigua che non fa bene alla crescita dell’economia italiana.

Chi investe nelle startup

Dai dati presenti sulla ricerca gli investimenti delle grandi aziende nelle startup innovative italiane sono in aumento. Rispetto allo scorso anno i grandi finanziatori hanno puntato maggiormente sulle piccole e medie imprese innovative e sulle startup, nonostante i problemi che affliggono l’economia italiana. Investire nelle medio-grandi imprese è sicuramente più semplice, ma l’economia resterebbe ferma al palo e non si darebbe l’opportunità a molte mPMI di crescere.

Investitori seriali

Non è difficile trovare il nome dello stesso investitori nella lista dei soci di aziende differenti. Soprattutto i venture capitalist giocano su più fronti nella speranza di trovare il cavallo vincente con cui vincere il jackpot. I dati mostrano che 487 investitori in CVC (Corporate Venture Capital) sono nel capitale di almeno due startup innovative.

Le grandi imprese investono nelle startup italiane
Le grandi imprese investono nelle startup italiane