La Cassa forense al fianco delle PMI

La Cassa forense chiude un accordo con il Fondo Europeo per gli investimenti e punta forte sulle PMI italiane per far crescere l’economia del Bel Paese

Dopo Unione Europea, Regioni e Governo anche la Cassa forense decide di sostenere le PMI e di investire sulle aziende italiane che mostrano i migliori margini di miglioramento. Per chi non lo sapesse, la Cassa forense è l’ente previdenziale degli avvocati e raccoglie oltre 240.000 persone con un patrimonio a fine 2016 di oltre 10,2 miliardi di euro. Soldi investiti solitamente nei beni rifugio degli italiani: abitazioni e buoni del tesoro. Ma con un mercato immobiliare in lenta ripresa e il debito dello Stato che non rende come venti anni fa, anche la Cassa forense ha deciso di diversificare gli investimenti e di puntare sulle piccole e medie imprese italiane. Per investire al meglio i soldi dei propri contribuenti ha sottoscritto un protocollo di intesa con il Fei, il Fondo europeo per gli investimenti.

Accordo Cassa forense – Fei per le PMI

L’accordo tra Cassa forense e Fei permette all’ente previdenziale di acquisire un know how per investire al meglio i soldi degli avvocati. L’obiettivo è diversificare gli investimenti e trovare nuovi settori profittevoli. Ma non solo. Infatti, tra gli obiettivi dell’accordo, c’è anche quello di far crescere le piccole e medie imprese in modo da aiutare l’economia italiana, che come sappiamo, si basa principalmente sulle piccole aziende.

Investimenti nell’economia reale

La nuova strategia della Cassa forense vuole essere un vero e proprio sostegno all’economia reale dell’Italia. Dopo l’introduzione dei Piani individuali di risparmio che hanno permesso alle piccole e medie imprese di trovare una nuova fonte di finanziamento, gli investimenti della Cassa forense non faranno altro che migliorare la situazione. Grazie all’accordo con il Fei (di proprietà della Banca europea per gli investimenti, braccio armato della Commissione Europea per portare avanti il piano di investimenti voluto da Juncker), la Cassa forense riceverà dei consigli mirati su quali piccole e medie imprese investire (non solo italiane) seguendo le best practice europee.

La Cassa forense al fianco delle PMI