Italia Startup Visa, nel 2017 è record di richieste

Nel quarto trimestre 2017 sono state 35 le domande ricevute dal programma Italia Startup Visa, in aumento rispetto ai trimestri precedenti. In totale nel 2017 sono state inviate 155 richieste per ottenere il visto per lanciare una startup in Italia

Un anno da record per il programma Italia Startup Visa che permette a cittadini non appartenenti all’Unione Europea di ottenere un visto e partecipare a un programma di incubazione nel Bel Paese. Lanciato nel giugno del 2014, finora non aveva ottenuto un grande successo. Le domande a fine dicembre 2016 non raggiungevano le 160. Nel solo 2017, Italia Startup Visa ha raccolto 155 richieste, la maggior parte provenienti dalla Cina e dalla Russia. Un ottimo risultato che dimostra che il mercato italiano sta acquisendo sempre maggiore importanza a livello internazionale.

I risultati del quarto trimestre 2017

L’ultimo trimestrw del 2017 hanno segnalato un aumento delle richieste rispetto a quelli precedenti. Infatti, dopo il record del primo trimestre 2017 quando furono inviate ben 61 richieste, il secondo e il terzo fecero registrare solamente 30 e 29 domande. Un calo che potremo definire fisiologico. Nel quarto trimestre le richieste pervenute al programma Italia Startup Visa sono nuovamente aumentate e hanno toccato quota 35. Da segnalare le domande provenienti da tre nuove nazioni: Bangladesh, Azerbaigian e Colombia.

I risultati di Italia Startup Visa a fine 2017

In tre anni e mezzo di attività, Italia Startup Visa ha raccolto un totale di 316 candidature. Per chi non lo sapesse, il programma permette ai cittadini non appartenenti all’Unione Europea di accedere a una procedura semplificata e veloce per ottenere il visto per motivo di lavoro. L’importante è rispettare tutti i requisiti presenti sulla documentazione da inviare al Ministero dello Sviluppo Economico.

Delle 316 candidature, 176 hanno ottenuto il via libera: una percentuale del 55,7%. Ma da quali nazioni arrivano le richieste per partecipare al programma? La maggior parte dalla Cina (88 candidature, quasi tutte nel 2017) e dalla Russia (62 candidature, delle quali ben 53 accettate). Nella speciale classifica, il terzo posto è degli Stati Uniti, mentre in quarta posizione c’è il Pakistan. A seguire Iran, Ucraina e India.

La maggior parte delle richieste è concentrata in tre regioni: Lombardia (con Milano a fare la voce grossa), Veneto e Lazio. Il Nord del Paese si conferma essere quello più attrattivo per le imprese che vogliono investire in Italia.

Italia Startup Visa, nel 2017 è record di richieste