Industria 4.0, per le PMI in arrivo 80 milioni dalla Regione Campania

La Regione Campania metterà a disposizione delle piccole e medie imprese 80 milioni di euro da investire per l’Industria 4.0

L’Industria 4.0 è sicuramente il settore dove le Regioni e il Ministero dello Sviluppo Economico stanno mettendo a disposizione delle piccole e medie imprese la maggior parte dei fondi da utilizzare per l’acquisto di nuovi strumenti super tecnologici. Gli enti governativi stanno lavorando a stretto contatto con le associazioni di settore per trovare il modo migliore per investire i finanziamenti provenienti direttamente dallo Stato o dall’Unione Europea. La Regione Campania, ad esempio, è pronta a lanciare dei nuovi bandi per le PMI interessate a investire nell’Industria 4.0.

Fronte comune

Grazie al progetto Horizon 2020 portato avanti dall’Unione Europea, nei prossimi anni saranno sempre di più i fondi messi a disposizione delle piccole e medie imprese per acquistare nuovi strumenti e impianti. L’obiettivo è automatizzare il lavoro e aumentare la produttività. Per l’economia italiana, ancora in difficoltà dopo la crisi economica iniziata nel 2008, è fondamentale trovare un modo per sostenere la ripresa e i finanziamenti e le agevolazioni alle imprese è uno degli strumenti migliori. Le PMI, soprattutto quelle del Sud Italia, mostrano dei tassi di crescita molto interessanti e i margini per continuare a migliorare i propri risultati sono molto ampi.

Macchinari obsoleti

Negli ultimi due anni il numero di nuove imprese è aumentato a dismisura, ma il vero problema consiste nel nell’utilizzo di macchinari obsoleti, che nella maggior parte dei casi hanno sulle spalle tredici o quattordici anni. Lavorare con strumenti vecchi, non solo fa perdere tempo ai dipendenti, ma riduce la competitività dell’azienda anche del 40%. Per questo motivo la Regione Campania ha deciso di aiutare le PMI del territorio creando dei nuovi bandi che avranno a disposizione un totale di 78 milioni di euro.

Come saranno suddivisi i 78 milioni di euro

I finanziamenti regionali saranno dedicati a Studi di fattibilità (5 milioni di euro) per progetti di valutazione ed analisi del potenziale tecnico, economico e commerciale di progetti innovativi; invece, per la creazione di startup innovative saranno messi a disposizione 15 milioni di euro; per progetti di trasferimento tecnologico e prima industrializzazione la dotazione sarà di 30 milioni di euro; per la realizzazione di attività di matching tra domanda ed offerta di innovazione i soldi a disposizione saranno 5 milioni di euro.

Industria 4.0, per le PMI in arrivo 80 milioni dalla Regione Camp...