Finanziamenti PMI, 35 milioni di euro dalla Regione Lazio

Fondo Futuro e Liquidità Sisma sono i due bandi che la Regione Lazio ha aperto per le PMI. Obiettivo finanziare i piccoli progetti locali

La Regione Lazio ha attivato due nuovi fondi dedicati al microcredito e ai microfinanziamenti. Per le micro e piccole imprese sono importanti anche prestiti da poche migliaia di euro perché permettono di tirare avanti e di avere liquidità con cui pagare i dipendenti e i fornitori. Il bando Fondo Futuro è aperto ai liberi professionisti e a tutte le micro e piccole imprese presenti sul territorio e che sono alla ricerca di un microfinanziamento. Il bando ha a disposizione 31,5 milioni di euro. Il secondo bando, invece, è dedicato esclusivamente alle imprese che hanno la loro sede nel cratere del sisma e che hanno bisogno di liquidità. In totale le aziende avranno a disposizione 3,2 milioni di euro. Ecco come funzionano e come accedere ai bandi Fondo Futuro e Liquidità Sisma.

Cosa è e come funziona il bando Fondo Futuro

Fondo Futuro non ha l’obiettivo di finanziare grandi progetti, ma di dare un aiuto alle piccole aziende che non riescono a ottenere dei prestiti dalle banche. Il bando è rivolto a tutte le PMI e liberi professionisti che sono alla ricerca di finanziamento a tasso agevolato. Fondo Futuro ha in dotazione 31,5 milioni di euro e sono soldi provenienti dal programma europeo POR FSE 2014-2020. Il fondo sarà operativo fino al 2023 e potrà essere utilizzato anche dalle microimprese che devono ancora nascere. Le aziende potranno chiedere dei prestiti tra 5000 e 25000 euro al tasso d’interesse dell’1% da restituire entro 84 mesi. Per presentare la domanda è necessario rivolgersi a uno dei soggetti erogatori scelti dalla Regione Lazio.

Cosa è e come funziona il bando Liquidità sisma

La Regione Lazio offre un aiuto a tutte le micro aziende locali colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Il fondo Liquidità Sisma è rivolto solamente a 15 comuni che fanno parte della zona rossa interessata dal terremoto. Dopo i danni provocati dalle scosse, ripartire non è semplice e la Regione ha messo a disposizione 3,2 milioni di euro. Le aziende possono richiedere dei finanziamenti che vanno da un minimo di 5000 euro a un massimo di 10000 euro a tasso zero. Il bando è dedicato esclusivamente alle microimprese (ditte individuali, società di persone e società di capitali). La procedura per aderire al fondo è molto simile a quella vista per il bando precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finanziamenti PMI, 35 milioni di euro dalla Regione Lazio