Dai voucher arrivano 38 milioni per l’internazionalizzazione delle PMI

Le Regioni del Mezzogiorno potranno beneficiare di nuovi voucher per aumentare il fatturato proveniente dall’export. Ecco come ottenere i fondi

Dopo i voucher dedicati all’Industria 4.0 arrivano anche quelli per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. Dopo un periodo di pausa il Governo ha nuovamente rifinanziato lo strumento nella speranza di aumentare la quota di export delle PMI del Mezzogiorno. Infatti, la misura è rivolta esclusivamente alle aziende di cinque Regioni del Sud Italia: Campania, Basilicata, Puglia, Sicilia e Calabria. In totale le piccole e medie imprese del Sud avranno a disposizione 38 milioni di euro: 20 milioni arriveranno dal piano straordinario per il Made in Italy, mentre 18 milioni dal Pon imprese e Competitività 2014-2020. I soldi saranno messi a disposizione delle aziende entro il 2018, in modo che il processo di internazionalizzazione cominci a breve.

Come utilizzare i voucher per l’internazionalizzazione

I voucher dovranno essere utilizzati esclusivamente per l’internazionalizzazione della PMI. I fondi ricevuti dalle aziende saranno a fondo perduto e potranno essere utilizzati per pagare i servizi di Temporary Export Manager (TEM), ovvero di persone specializzate nell’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. I servizi dei Temporary Export Manager potranno essere utilizzati per svolgere ricerche di mercato, individuazione di nuovi clienti, assistenza legale e attività di analisi di mercato.

Quali sono i tipi di voucher

Ci saranno due tipi di voucher: early stage e advantage stage. I voucher early stage metteranno a disposizione delle aziende 10mila euro su un totale di spesa per i servizi di Temporary Export Manager di 13 mila euro. I voucher advantage stage, invece, copriranno una spesa di 15mila euro a fronte di contratto di servizio di 25mila euro. I fondi potranno essere aumentati di 15mila euro se il progetto di internazionalizzazione avrà dei benefici immediati sul fatturato dell’azienda.

Chi può ricevere i voucher per l’internazionalizzazione

I voucher sono aperti a tutte le piccole e medie imprese del Mezzogiorno, escluse quelle agricole. Potranno partecipare anche le reti di aziende. Per poter presentare la domanda l’azienda deve essere iscritta al Registro delle Imprese, non deve essere in stato di liquidazione, deve aver pagato tutti i contributi ai dipendenti e deve aver fatturato almeno 500.000 euro in uno degli ultimi tre bilanci presentati.

Dai voucher arrivano 38 milioni per l’internazionalizzazione delle&n...