Crowdinvesting: in un anno raccolti 138 milioni di euro

Nell’ultimo anno le PMI e le startup hanno conosciuto i benefici del lending crowdfunding e dell’invoice trading, utilizzando nuove forme di finanziamento

Una ricerca portata avanti dall’Osservatorio Crowdinvesting della School of Management del Politecnico di Milano mette in risalto un dato piuttosto interessante: le PMI e le startup hanno cominciato a utilizzare strumenti come il lending crowdfunding, l’invoice trading e l’equity crowdfunding per finanziare i propri progetti. In un periodo in cui il credit crunch mette in seria difficoltà migliaia di imprese sparse su tutto il territorio nazionale, alle PMI innovative non resta che fare affidamento su strumenti di finanza alternativa, che nell’ultimo anno hanno fatto registrare ottimi risultati: in totale è stata raccolta una somma superiore ai 138 milioni di euro.

Lending crowdfunding

Il lending crowdfunding, anche conosciuto come social lending, è molto banalmente il prestito tra privati, che nell’ultimo periodo sta coinvolgendo anche molte imprese. Le aziende pubblicano il loro progetto e singole persone possono decidere di prestare loro una parte della somma richiesta. Nell’ultimo anno in Italia sono state lanciate nuove piattaforme di social lending che hanno permesso di raccogliere un totale di 55,6 milioni di euro, con un aumento considerevole rispetto all’anno precedente. Il numero di persone iscritte su queste piattaforme supera le 11.000, per la maggior parte uomini.

Invoice trading

Il settore che ha fatturato di più è quello dell’invoice trading. La parola anglosassone potrebbe trarre in inganno, in realtà si tratta di uno strumento molto semplice e già utilizzato in passato: un’azienda in crisi di liquidità che non riesce a incassare una fattura, può decidere di cederla a un ente specializzata nel recupero crediti. Logicamente incasserà meno rispetto all’importo della fattura, ma avrà liquidità che potrà utilizzare per le spese quotidiane. Nel 2016 sono nate quattro nuove piattaforme di invoice trading che hanno raccolto in totale 88,5 milioni di euro, una cifra otto volto più grande rispetto a quella dell’anno precedente.

Equity crowdfunding

Anche l’equity crowdfunding ha fatto registrare delle ottime performance. Nei primi sei mesi del 2017 sono stati raccolti oltre 5 milioni di euro, la stessa cifra di tutto il 2016. L’equity crowdfunding è lo strumento che permette alle aziende di raccogliere denaro in cambio della cessione di quote societarie. E le prospettive per il futuro sono molto positive, anche grazie ai PIR, che potrebbero sfruttare gli strumenti di finanza alternativa per assicurare ottimo guadagni agli investitori.

Crowdinvesting: in un anno raccolti 138 milioni di euro