Contributi a fondo perduto esauriti, domande sospese. La situazione

Contributo previsto dal Decreto Rilancio è sospeso in attesa di rifinanziamento: congelate domande per centinaia di milioni.

Il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nel corso dell’audizione sulle linee guida del PNRR italiano e del Recovery Plan, davanti le Commissioni Finanze riunite di Camera e Senato, ha motivato la sospensione delle domande per l’accesso ai contributi a fondo perduto per le Partite Iva con l’esaurimento temporaneo dei fondi a disposizione. Le ultime tranche non sono state pagate: è stato speso tutto” – ha detto Gualtieri.

Esauriti i 6 mld di euro stanziati con il Decreto Rilancio per le Partite IVA con fatturato fino a 5 milioni di euro che hanno subito perdite a causa della crisi Covid, restano quindi congelate le ultime domande pervenute, in attesa di rimpinguare il plafond inizialmente previsto.

La misura, diversamente da altre a rischio flop come il Bonus Vacanze (destinatario di 2 mld e “prenotato” per appena il 25%), “ha funzionato così bene che ha tirato più dello stanziamento. Dovremo aggiungere alcune centinaia di milioni spostandoli da alcune misure che hanno tirato meno”.

Essendo ormai chiusi i termini per richiedere il contributo, si tratta di mettere in pagamento le istanze già pervenute, il cui importo minimo è di 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 per i soggetti diversi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Contributi a fondo perduto esauriti, domande sospese. La situazione