Come funziona il Fondo di garanzia del Governo per le PMI

Il Fondo di Garanzia permette alle PMI e ai liberi professionisti di accedere ai finanziamenti bancari senza la necessità di presentare fidejussioni

Uno dei problemi principali che le piccole e medie imprese devono affrontare è l’accesso al credito. Per poter far crescere la propria azienda e acquistare nuovi macchinari e strumenti è necessario richiedere finanziamenti alle banche, alle società di leasing o ad altri intermediari finanziari, che però non sempre accettano le richieste delle PMI. Il problema principale riguarda le garanzie economiche che le aziende devono presentare alle banche per ricevere il finanziamento: non sempre le PMI riescono a soddisfare le richieste degli enti di credito. Per questo motivo nel 1996, grazie alla Legge 662/96 è stato istituito il Fondo di Garanzia che permette alle aziende di accedere al credito anche in mancanza delle garanzie.

Come funziona il Fondo di Garanzia

Lo scopo del Fondo di Garanzia è di dare l’opportunità a tutte le piccole e medie imprese di accedere al credito anche in mancanza di garanzie reali: lo Stato affianca l’azienda e fornisce garanzie che difficilmente potrebbe avere. In questo modo le PMI ottengono finanziamenti fino a un massimo di 2,5 milioni di euro senza spendere soldi per ottenere fidejussioni o stipulare polizze assicurative. È necessario evidenziare che il Fondo non interviene nel rapporto tra la banca e l’azienda, ma fornisce solamente la garanzia per il finanziamento. Tutto il resto, tassi d’interessi e condizioni di rimborso saranno decise dall’intermediario finanziario e il titolare dell’impresa.

Chi può far richiesta al Fondo di Garanzia

Possono accedere al Fondo di Garanzia tutte le micro, piccole e medie aziende iscritte al Registro delle imprese e tutti i professionisti iscritti agli ordini professionali riconosciuti dal Ministero dello Sviluppo Economico. Per poter fare la richiesta l’impresa e il libero professionista devono dimostrare di essere capaci di onorare l’impegno finanziario presentando un modulo di valutazione con gli ultimi due esercizi finanziari.

Come presentare la domanda per accedere al Fondo di Garanzia

Come detto, il Fondo di Garanzia copre fino all’80% del finanziamento totale per un importo massimo di 2,5 milioni di euro. Per presentare la domanda è possibile presentare la domanda direttamente al Fondo o in alternativa andare in banca e richiedere un finanziamento utilizzando la garanzia diretta dello Stato. Sarà direttamente l’ente finanziario a svolgere le pratiche per la richiesta della garanzia. I tempi per lo svolgimento della pratica sono piuttosto veloci: sia la presentazione della domanda sia l’accettazione avviene tramite posta elettronica certificata.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come funziona il Fondo di garanzia del Governo per le PMI