Bollette elettricità PMI, le più alte d’Europa

L’Osservatorio energia 2017 del Centro Studi della CNA ha stabilito che le PMI pagano per l’energia quasi il 50% in più rispetto alle altre aziende europee

La bolletta elettrica delle PMI italiane è la più alta d’Europa. Dopo gli studi della CGIA di Mestre, arrivano anche quelli dell’Osservatorio energia 2017 della CNA, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Le imprese italiane pagano per l’energia elettrica un prezzo superiore del 36% rispetto alla media europea. Un dato che aumenta fino al 45,4% per quanto riguarda micro, piccole e medie imprese che consumano meno di 20 megawattora ogni anno. La difficoltà delle aziende nel riuscire a crescere è legata anche alle bollette troppo elevate: quando si spende il 50% in più rispetto ai competitor europei è molto complicato riuscire a vendere i propri prodotti a prezzi vantaggiosi.

Il problema è la struttura della bolletta

L’Osservatorio energia della CNA ha scomposto la bolletta in quattro diversi parti per vedere qual è quella che pesa maggiormente sul costo finale: energia, rete di distribuzione, oneri e imposte. A grande sorpresa, la componente energia influisce solamente per il 45% nel costo finale della bolletta. Il restante 55% è diviso tra rete di distribuzione, oneri e imposte. Soprattutto questi due fattori influiscono pesantemente sul costo finale della bolletta: le tasse italiane sono tra le più alte d’Europa. Inoltre, con la bolletta si finanziano delle scelte politiche che nulla hanno a che fare con il consumo di elettricità e che vanno a pesare sulle finanze dei singoli utenti e soprattutto delle piccole e medie imprese.

Il 2016 un anno da incubo per le piccole e medie imprese

Le piccole e medie imprese sono costrette a pagare anche degli oneri di sistema più elevati rispetto alle grandi aziende. I dati del 2016 parlano abbastanza chiaro: le PMI pagano il 35,6% totale degli oneri di sistema a fronte del 25,9% di energia elettrica consumata. Le imprese medio-grandi fanno registrare dei valori abbastanza nella norma (oneri di sistema del 34,1%, consumo elettricità 35,6%), mentre le grandi aziende hanno consumato il 14% dell’elettricità totale, ma hanno pagato solo il 7,4% degli oneri complessivi. La CNA spera che entro la fine dell’anno il Governo intervenga per equilibrare la situazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette elettricità PMI, le più alte d’Europa