Bando ISI, dall’Inail 244 milioni per la sicurezza sul lavoro

Grazie al nuovo bando ISI 2016, l’Inail mette a disposizione delle aziende oltre 244 milioni di euro da spendere nel miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza dell’ambiente di lavoro. Possono farne richiesta tutte le aziende, anche formate da un solo dipendente, iscritte alla Camera di Commercio. Con il bando ISI 2016, l’Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali cerca di dare un sostegno alle piccole e medie imprese che vogliono migliorare la sicurezza dei lavoratori ma non hanno fondi a sufficienza. Il bando non va confuso con l’omonimo indirizzato alle aziende agricole.

Come saranno investite le risorse del bando ISI 2016

I 244.507.756 euro del bando ISI 2016 verranno investiti in tre diversi campi: oltre 157 milioni di euro saranno utilizzati per progetti d’investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, 67 milioni di euro potranno essere usati per bonificare le aree contaminate dall’amianto e, infine, 20 milioni di euro saranno messi a disposizione per i progetti presentati dalle micro e piccole imprese.

Quanto è possibile richiedere per ogni singolo finanziamento

Tutti i finanziamenti saranno a fondo perduto e andranno a coprire un massimo del 65% dell’investimento totale. Il massimale erogato dall’Inail è di 130.000 euro, che diventano 50.000 euro nei progetti presentati dalle micro e dalle piccole imprese. Una cifra che permette di fare piccoli investimenti, ma che offre la possibilità a molte aziende di apportare dei miglioramenti nel proprio ambiente di lavoro.

Quando presentare la domanda per il bando ISI 2016

Le domande per i finanziamenti per il bando ISI 2016 potranno essere presentate dal 19 aprile al 5 giugno 2017 entrando nella sezione “Accedi ai servizi online” del sito dell’Inail. Ogni azienda registrata sul sito dell’istituto potrà compilare un form online che permetterà di presentare il progetto, verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità e inviare la domanda. Se l’azienda non è iscritta al sito dell’Inail ha tempo fino al 3 giugno per richiedere le credenziali.

Cosa fare per ottenere il finanziamento

Dopo la pubblicazione della graduatoria finale, se l’azienda ha ricevuto il finanziamento richiesto avrà un tempo massimo di trenta giorni per inviare all’Inail la copia della domanda di presentazione e tutti gli altri documenti indicati nell’Avviso pubblico. Per scaricare i documenti visitare il portale ufficiale del bando ISI Inail.

Bando ISI, dall’Inail 244 milioni per la sicurezza sul lavoro
Bando ISI, dall’Inail 244 milioni per la sicurezza sul lavoro