B20 Berlino: per crescere investiamo sulle PMI

Al B20 di Berlino, che ha riunito le imprese delle Nazioni più industrializzate, si è discusso sul ruolo fondamentale delle PMI per l’economia mondiale

Economia digitale e investimenti nelle PMI: questi i due pilastri su cui dovranno puntare i governi delle Nazioni più industrializzate al mondo se vorranno ricominciare a crescere. Al B20 di Berlino, evento parallelo al G20 ma dedicato solamente alle imprese, si è discusso sulle “ricette” per far ripartire l’economia: a distanza di quasi dieci anni dall’inizio della crisi, ci sono strumenti adatti per buttarsi alle spalle un periodo complicato. E per farlo è necessario che le PMI tornino a essere protagoniste, non solo in Italia. Sotto questo punto di vista il Bel Paese parte avvantaggiata: le piccole e medie imprese sono già la spina dorsale dell’economia italiana.

Investimenti nell’economia digitale

Il B20 si è tenuto a Berlino e ha richiamato i rappresentanti delle più importanti aziende e PMI del mondo. A rappresentare l’Italia, oltre a Emma Marcegaglia nel ruolo di presidente di Business of Europe e di Eni, anche diversi imprenditori che hanno portato le loro storie di successo. Dai due giorni di incontri è emerso un fatto incontrovertibile: senza investimenti importanti da parte dei Governi e delle imprese nella digitalizzazione, difficilmente si potrà tornare a crescere velocemente.

Uno scambio proficuo

Per quanto riguarda il tema PMI, il B20 sottoporrà ai Governi delle proposte per rendere più semplice “il fare impresa” e la partecipazione ai finanziamenti statali. PMI più solide portano anche a un aumento dell’occupazione giovanile. Il B20 porterà le proprie proposte al G20: il rapporto tra i due enti va avanti oramai da diverso tempo e negli ultimi anni sono stati portati avanti progetti e piani comuni per la crescita.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

B20 Berlino: per crescere investiamo sulle PMI