Alternanza scuola-lavoro, aiuti alle PMI che accolgono i ragazzi

Per invogliare le piccole e medie aziende a puntare sui giovani studenti, la Camera di Commercio di Caserta e di Roma mettono a disposizione dei fondi

Uno degli argomenti più dibattuti della riforma della Buona Scuola fatta dal Governo Renzi è l’alternanza scuola-lavoro. Secondo le idee del Governo, l’alternanza scuola-lavoro dovrebbe favorire l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro una volta completato l’iter scolastico. Negli ultimi tre anni di scuola, oltre alle lezioni, gli studenti devono completare un monte ore obbligatorio che varia a seconda del tipo di istituto: si va dalle 400 ore per gli istituti tecnici alle 200 ore nei licei. L’alternanza scuola-lavoro, però, non è stata accolta molto bene né dagli studenti (che in alcuni casi vengono utilizzati per compiti differenti rispetto a quelli prospettati all’inizio) né dalle imprese, soprattutto quelle medio-piccole che non hanno né il personale né il tempo da dedicare ai ragazzi. Per invogliare le PMI ad accogliere gli studenti, la Camera di Commercio di Caserta e quella di Roma hanno messo a disposizione dei fondi che aiutano le aziende a sostenere i costi del tutoraggio. Le PMI ricevono dei voucher che variano a seconda del numero di studenti che accolgono nella propria azienda. Ecco come funzionano i bandi delle due Camere di Commercio.

Bando alternanza scuola-lavoro Camera di Commercio di Roma

Il Bando della Camera di Commercio di Roma è dedicato alle PMI del territorio che sono iscritte al Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola – Lavoro. L’agevolazione prevede la concessione di un contributo a fondo perduto che varia a seconda del numero di ragazzi affidati alla piccola e media impresa. Nel caso di un solo studente il voucher sarà di 500 euro, mentre per 2 o 3 ragazzi l’agevolazione sale a 1000 euro. Da 4 studenti in su il contributo sarà di 1200 euro. Le domande possono essere presentate dal 23 ottobre 2017 al 31 agosto 2018 in via telematica sulla piattaforma di Webtelemaco.

Bando alternanza scuola-lavoro Camera di Commercio di Caserta

Anche l’ente camerale della provincia di Caserta scende a fianco delle piccole e medie imprese interessate all’alternanza scuola-lavoro. La Camera di Commercio ha creato un fondo di 84.000 euro che andrà a finanziare le spese delle aziende che accolgono gli studenti nei progetti di alternanza scuola lavoro. Si tratta di finanziamenti a fondo perduto: 600 euro nel caso in cui vengano attivati fino a 5 progetti e 800 euro se i ragazzi coinvolti sono 6 o di più. Si avrà tempo per presentare la domanda fino al 31 dicembre 2017.

Alternanza scuola-lavoro, aiuti alle PMI che accolgono i ragazzi
Alternanza scuola-lavoro, aiuti alle PMI che accolgono i ragazzi