Alternanza scuola-lavoro, agevolazioni per le PMI bolognesi

La Camera di Commercio di Bologna ha stanziato 141.717 euro per invogliare le micro, piccole e medie imprese a ospitare i ragazzi dell’alternanza scuola-lavoro

L’alternanza scuola-lavoro è una delle novità introdotte con la riforma “La Buona Scuola” voluta dal Governo Renzi. Gli studenti dell’ultimo triennio della scuola secondaria superiore sono chiamati a integrare le lezioni a scuola con delle esperienze formative da svolgere all’interno di aziende, fabbriche, associazioni, enti culturali e ordini professionali. Nelle idee della riforma, l’alternanza scuola-lavoro dovrebbe essere lo strumento che permette al mondo dell’istruzione e a quello del lavoro di comunicare e ai ragazzi di avere il loro primo approccio al di fuori della scuola. In questi primi anni di “apprendistato”, purtroppo, non tutto è andato per il meglio e in molti casi le aziende non hanno aderito all’iniziativa. Le più restie sono soprattutto le micro, piccole e medie imprese che non hanno molto tempo da dedicare a dei ragazzi che nella maggior parte dei casi sono dei minorenni. Per questo motivo la Camera di Commercio di Bologna ha stanziato un fondo di 141.717 euro in favore delle PMI che decidono di accogliere i progetti legati all’alternanza scuola lavoro.

Come funziona il bando della Camera di Commercio di Bologna

I fondi previsti nel bando sono a fondo perduto e verranno dati alle aziende sotto forma di voucher. Più che un vero e proprio finanziamento, si tratta perlopiù di una sorta di incentivo in favore delle micro, piccole e medie imprese che decidono di accogliere progetti di alternanza scuola-lavoro. L’agevolazione prevede un contributo in favore delle aziende di 300 euro per ogni studente che viene ospitato in percorsi di alternanza scuola-lavoro, più altri 200 euro nel caso di inserimento in azienda di studenti diversamente abili riconosciuti ai sensi della Legge 104/92. Le aziende non potranno ricevere una somma superiore a 3.000 euro.

Come partecipare al bando

Sono ammissibili al bando tutti i percorsi di alternanza scuola-lavoro realizzati tra il 1 settembre 2017 e il 14 settembre 2018. Le domande potranno essere presentate fino alle 13:00 del 10 novembre 2017. Per poter partecipare all’agevolazione la propria azienda deve essere iscritta al Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, avere la sede o un’unità operativa nella provincia di Bologna, attivare dei percorsi di alternanza scuola-lavoro nel periodo indicato nel bando e stipulare una convenzione con un istituto scolastico della zona.

Alternanza scuola-lavoro, agevolazioni per le PMI bolognesi
Alternanza scuola-lavoro, agevolazioni per le PMI bolognesi