Vitalizi, la Camera ha approvato i tagli: così si applicherà la scure su 1.338 ex deputati

Via libera dell'Ufficio di presidenza alla delibera Fico. Si risparmieranno 40 milioni di euro l'anno. Cosa cambia per gli ex deputati dal primo gennaio 2019

Addio ai vitalizi. L’ufficio di presidenza della Camera ha dato il via libera alla delibera del presidente Roberto Fico che taglia i vitalizi degli ex deputati, ricalcolando gli assegni percepiti in base al metodo contributivo.

La delibera sarà valida dal primo gennaio 2019 e prevede il taglio di 1.338 assegni, che saranno ricalcolati e dunque abbassati (il totale di quelli erogati alla Camera ammonta a 1.405) mentre gli altri 67 non verranno ritoccati. I 67 riguardano i deputati che hanno versato contributi per 4-5 legislature.

TAGLI DEL 40-60% – Nella maggioranza dei casi i vitalizi saranno tagliati dal 40 al 60%. Tutto ciò porterà a un risparmio “di oltre 40 milioni di euro all’anno” ha ribadito Fico, rivolgendosi agli ex parlamentari: “Non è un provvedimento punitivo è una delibera che ripara i guasti sociali. C’era un solco, un burrone che noi stiamo colmando”. Ad accogliere con soddisfazione il via libera della Camera ai vitalizi anche il leader della Lega e ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Stop a vecchi e assurdi privilegi. Con la Lega, dalle parole ai fatti!”.

CHI RIGUARDA – Sono circa 2.600 le persone che subiranno tagli. Alla Camera riguarda 1338 vitalizi su 1405 erogati. Per 67 ex deputati l’assegno sarà invariato. Ci sono due tetti minimi: uno di 980 euro per chi ha poche legislature alle spalle e uno di 1470 euro per i vitalizi che avrebbero un taglio di oltre il 50% con le nuove regole. A Montecitorio ci sarebbe un taglio di 40 milioni di euro che arriverebbe a 200 la legislatura. Le vedove di ex parlamentari non dovrebbero subire effetti dalla riforma. Nessun vitalizio invece per i condannati in via definitiva.

ULTRAOTTANTENNI DECURTATI- Cala l’assegno di tutti quelli che sono stati in Parlamento e sono in età da pensione. Molti sono ultraottentenni, come il democristiano veronese Valentino Perdonà che di anni ne ha ben 103: il suo assegno passa da 4480 euro al mese a 1250. L’88enne Luciana Castellina, volto storico della sinistra, passa da 3.140 euro a 500 circa, con un taglio dell’84,06 per cento. Non va meglio a Rossana Rossanda, 94enne punto di riferimento per almeno due generazioni della sinistra, che perde il 72,58 per cento dell’assegno pari a 2.123 euro netti.

TANTI NOMI FAMOSI – L’ex presidente della Federcalcio Antonio Matarrese vedrebbe più che dimezzarsi il suo assegno, frutto di 5 legislature: da 7.709 euro (lordi) a 3.045. Stessa percentuale per un altro big della Prima Repubblica, l’ex ministro socialista Claudio Martelli, in auge per quattro legislature. Per lui l’assegno passa da 8.455 euro a 3.398 lordi.
Veltroni e Prodi avrebbero tagli di 3.000 e 1.000 euro rispettivamente. Nichi Vendola passerebbe da 8 mila a 5 mila euro. Walter Veltroni da poco più di 9 mila a 6 mila. Calogero Mannino da 10 mila euro a 6.695.

GINO PAOLI E ILONA STALLER – La decurtazione maggiore riguarderà coloro che hanno trascorso in Parlamento il tempo di una sola legislatura: è il caso di Gino Paoli, alla Camera solo dall’87 al ’92, dal ’94 beneficiario di un vitalizio da 3.108 euro lordi che saranno ridotti a 1.088. Stessa legislatura e stesso taglio anche per la ex onorevole e pornostar Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina.

E ORA LA SCURE SULLE PENSIONI D’ORO – Il prossimo passo sarà l’abolizion delle cosiddette “pensioni d’oro” che saranno tagliate “anche sopra i 4mila euro” per coloro che non hanno versato i contributi a sufficienza. È sempre Di Maio ad annunciare che il provvedimento è già pronto e sarà il passo successivo dopo il taglio ai vitalizi. Fino a oggi si era sempre parlato della soglia di 5mila euro ma per il ministro del Lavoro “l’obiettivo è quello di tagliare le pensioni d’oro per ridare alle minime”.

Leggi anche:
Taglio dei vitalizi: i volti di chi ci perde di più
Taglio vitalizi, scure dell’85% sugli assegni. Quanto perderanno gli ex parlamentari
Così la flat tax rischia di resuscitare le pensioni d’oro
Vitalizi, Miccichè (Forza Italia): “Senza dovrei tornare a vivere con mio padre”
Vitalizi, l’attacco dell’Inps. Boeri: “Ci costano 150 milioni l’anno”

 

Vitalizi, la Camera ha approvato i tagli: così si applicherà la scur...