Pensioni, pagamento anticipato anche a settembre: chi riceve prima l’assegno

A causa del protrarsi dell'emergenza sanitaria, anche per i mesi di settembre, ottobre e novembre le pensioni INPS verranno pagate in anticipo

Come vi avevamo anticipato, anche per i mesi di settembre, ottobre e novembre le pensioni verranno pagate in anticipo. Dopo settimane di attesa, ora c’è la conferma sia da parte della Protezione civile che di Poste Italiane.

Pensioni settembre 2021, chi riceve prima l’assegno

A seguito della decisione del governo di posticipare lo stato di emergenza al 31 dicembre 2021, la decisone è stata di fatto obbligata, per consentire il normale svolgimento del ritiro della pensione senza disagi né assembramenti.

Poste Italiane ha comunicato che le pensioni del mese di settembre verranno accreditate a partire da giovedì 26 agosto per i titolari di:

  • Libretto di Risparmio
  • Conto BancoPosta
  • Postepay Evolution.

Potranno prelevare invece i contanti dagli oltre 7mila ATM Postamat collocati su tutto il territorio nazionale, senza bisogno di recarsi allo sportello, i titolari di:

  • carta Postamat
  • Carta Libretto
  • Postepay Evolution.

Pensioni settembre 2021, il calendario dei pagamenti

In continuità dunque con quanto fatto finora ed evitare il più possibile il rischio di contagio sia dei lavoratori che di clienti di Poste Italiane, il pagamento delle pensioni in contanti avverrà secondo una turnazione alfabetica che potrà variare in base al numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento.

Ecco dunque il calendario, secondo l’iniziale del proprio cognome:

  • dalla A alla B giovedì 26 agosto
  • dalla C alla D venerdì 27 agosto
  • dalla E alla K sabato mattina 28 agosto
  • dalla L alla O lunedì 30 agosto
  • dalla P alla R martedì 31 agosto
  • dalla S alla Z mercoledì 1° settembre.

Tutti coloro che ricevono la pensione in banca invece devono come sempre attendere il primo giorno bancabile del mese: la pensione potrà essere prelevata allo sportello bancario esclusivamente a partire da mercoledì 1° settembre 2021.

Pensioni settembre 2021, quali regole restano in vigore

Ricordiamo che all’interno dell’ufficio postale è obbligatorio indossare la mascherina, entrare solo all’uscita dei clienti precedenti e tenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.

Infine, i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali alle Poste, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio delegando al ritiro i Carabinieri.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, pagamento anticipato anche a settembre: chi riceve prima l&#...