Quota 100 e nuovo governo: cosa accade a chi accede quest’anno

Chi matura quest'anno i requisiti per Quota 100 rischia di vedersi preclusa la possibilità dal cambio di governo?

Come noto, il nuovo governo M5s-Pd presieduto da Giuseppe Conte è intenzionato ad operare un profondo restyling alla riforma previdenziale leghista Quota 100. E ovviamente chi matura quest’anno il diritto ad accedervi ha i suoi legittimi dubbi su ciò che accadrà nelle prossime settimane. Sebbene per il 2019 non dovrebbero esserci problemi, viste le tempistiche per mettere mano alla riforma e la mai emersa intenzione di interrompere gli accessi alla pensione nel 2019. Potrebbe essere invece essere anticipato di un anno il termine della ‘sperimentazione’, il 2020 anziché il 2021.

Esistono infatti ipotesi, rilanciate dalla stampa, in base alle quali potrebbe essere anticipata di un anno la scadenza della sperimentazione, che quindi terminerebbe nel 2020 invece che nel 2021. Cosa che non implicherebbe problemi per chi matura invece il diritto durante il 2019.

Naturalmente si tratta soltanto di ipotesi basate sullo stato attuale del dibattito politico: non si può escludere la possibilità che la manovra 2020 contenga invece disposizioni diverse.

Quota 100 e nuovo governo: cosa accade a chi accede quest’anno