E la pensione si ritira dal tabaccaio

Presto molti adempimenti amministrativi si potranno assolvere nei centri commerciali, nelle farmacie e negli uffici postali

 

Da gennaio 2009 le pensioni si potranno ritirare anche in tabaccheria. Che diventerà una specie di Bancomat.
Infatti grazie ad un accordo tra Inps e Federazione italiana tabaccai (Fit), i pensionati potranno prelevare anche piccole cifre presso uno qualunque degli oltre 34mila esercizi collegati alla rete telematica sul territorio italiano.
Sempre nei primi mesi del 2009, così almeno assicura la Fit, 10mila tabaccherie saranno attrezzate con terminali che consentiranno altri servizi per i cittadini, come il versamento di contributi Inps per colf e badanti o il pagamento di bollette di terzi di cui si sono affidati incarichi di lavoro.
L’iniziativa fa parte del progetto “Reti amiche“, voluto dal ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta. In pratica si vuole, attraverso la rete, mettere in contatto lo Stato e con i cittadini.
Saranno così coinvolti Poste, banche, farmacie, carabinieri, stazioni ferroviariee e centri commerciali. Un vero e proprio network che permetterà, con orari e disponibilità molto più flessibili degli attuali, di adempiere a diversi oneri amministrativi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

E la pensione si ritira dal tabaccaio