Pensioni: sono 540 mila i pensionati da oltre 36 anni

In Italia sono oltre mezzo milione i cittadini che godono della pensione dal 1980: i dati divulgati dall'Inps

Secondo le tabelle Inps, in Italia sono oltre mezzo milione i cittadini che godono della pensione da oltre 36 anni. Questo esercito di 540.000 pensionati è composto dai lavoratori che hanno beneficiato dei programmi statali sulla messa in quiescenza anticipata nel 1980.

I dati divulgati dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale parlano, per la precisione, di 475.000 beneficiari nel settore privato e di 65.463 nel pubblico. Sono comprese in queste cifre sia le pensioni di vecchiaia e di anzianità che quelle erogate ai superstiti, i familiari superstiti dei pensionati o dei lavoratori beneficiari della cosiddetta reversibilità.

Dalla lettura delle tabelle Inps, emerge che nel 1980 nel settore pubblico l’età media di uscita anticipata era di 47,4 anni, mentre la decorrenza delle pensioni di vecchiaia (ossia legate agli anni lavorativi) avveniva in media a 54,9 anni. Ai giorni nostri, invece, l’età media di messa in quiescenza per vecchiaia contributiva si è innalzata di quasi otto anni (62,55). Ma è il dato sulle pensioni ai superstiti a segnare il maggior cambiamento. Nel settore privato si è passati dai 41,35 anni di età nel 1980 ai 73,89 anni di quelle erogate nel 2015, con un aumento di oltre 30 anni sul dato medio.

L’età media alla decorrenza delle pensioni vigenti nel settore privato si è innalzata di quasi 8 anni per la vecchiaia (da 54,9 anni a 62,55 medi). Gli assegni di invalidità sono stati erogati non in base all’età ma considerando le condizioni fisiche delle persone. Nel settore pubblico, prima del 1980 era possibile accedere alla pensione di vecchiaia alla età media di 55,7 anni e a quella per l’anzianità a 47,4 anni, mentre le pensioni di reversibilità venivano erogate ai familiari superstiti ad un’età media di  46,3 anni.

Al 2015, le medie si sono bruscamente innalzate, arrivando a 66,8 anni per la vecchiaia e di 62,4 anni per le pensioni anticipate. Le pensioni erogate da 36 anni nel settore pubblico sono quindi 4.573 per vecchiaia, (55,7 anni alla decorrenza) 33.654 per l’anzianità (47,4 anni alla decorrenza), 16.573 per i superstiti da assicurato (41,7 anni alla decorrenza) e 10.663 per il superstite da pensionato (46,3 l’età media alla decorrenza).

Pensioni: sono 540 mila i pensionati da oltre 36 anni