Pensioni d’oro, tagli dal 10 al 40% per gli assegni sopra i 90mila euro

Stretta alle pensioni d'oro sopra i 90mila euro per 5 anni. Lo prevede un emendamento alla manovra

Un taglio per cinque anni, dal 10% al 40%, per le cosiddette pensioni d’oro, superiori ai 90mila euro. Lo prevede un emendamento alla manovra, depositato in commissione Bilancio al Senato, che ha come primo firmatario il capogruppo M5s a Palazzo Madama Stefano Patuanelli.

TAGLIO PENSIONI – L’emendamento prevede l’introduzione di tagli crescenti in base all’entità dell’assegno. La riduzione sarà:

  • del 10% per le pensioni da 90mila a 130mila euro lordi;
  • del 20% dai 130mila fino ai 200mila euro;
  • del 25% tra 200mila e 350mila euro;
  • del 30% da 350mila a 500mila euro;
  • del 40% per gli assegni oltre i 500mila euro.

CHI È ESCLUSO – Esonerati i trattamenti interamente liquidati con il sistema contributivo, gli assegni di invalidità, ai superstiti e alle vittime del terrorismo. L’intervento interesserà un arco temporale di cinque anni. La proposta di modifica include nella platea gli organi costituzionali e di rilevanza costituzionale.

ALL’INPS IL FONDO PER I RISPARMI – I risparmi previsti confluiranno in un apposito fondo istituito presso l’Inps e verranno utilizzati per adeguare prestazioni pensionistiche in favore di particolari categorie di soggetti, comprese con tutta probabilità, le pensioni di cittadinanza.

DI MAIO, DA TAGLIO UN MILIARDO – “Sulle pensioni d’oro” ha spiegato il vicepremier Luigi Di Maio, “facciamo due cose: prima tagliamo tutte quelle pensioni sopra i 4.000 euro netti per chi non ha mai versato i contributi – per chi li ha versati non gliela tocchiamo – e, inoltre, adeguiamo le pensioni d’oro all’inflazione. Se hai preso ingiustamente una pensione d’oro per vent’anni senza aver versato i contributi non solo mi devi dare quello che non potevi prendere, ma mi devi dare anche gli arretrati. Quindi arriviamo a circa 1 miliardo di euro di risorse: questo vuol dire dimostrare che i soldi si potevano prendere dalle pensioni d’oro e quelli di prima non l’anno voluto fare, non è che non l’hanno potuto fare”.

Pensioni d’oro, tagli dal 10 al 40% per gli assegni sopra i 90mi...