Pensione, Quota 100: una clausola congela i fondi per troppe domande

E' stata ribattezzata clausola “freezer”, un sistema di congelamento temporaneo delle spese che servirebbe ad inibirebbe il repentino incremento dei costi nel caso di uscita Quota 100 in blocco dei lavoratori

Con tutta probabilità non ce ne sarà bisogno, vista l’adesione più bassa di quanto non avesse preventivato il precedente governo giallo-verde: tuttavia, tra le pieghe di Quota 100, esiste una sorta di ‘clausola freezer’ nel caso in cui tanti indecisi decidessero di aderire alla sperimentazione, con l’ovvio obiettivo di contenere la spesa.

Ribattezzata appunto clausola “freezer”, rappresenta in altre parole un sistema di congelamento temporaneo delle spese che servirebbe ad inibire il repentino incremento dei costi nel caso di uscita Quota 100 in blocco dei lavoratori. Ovvero una teorica situazione in cui gli indecisi di Quota 100 – nel dubbio di dover aspettare anni con i requisiti pensione vecchiaia alla fine della sperimentazione – decidessero di smettere di lavorare facendo in blocco domanda di uscita con Quota 100.

Si chiama anche “clausola salva-conti” perché impegna l’Italia a rispettare i vincoli di Bilancio imposti dall’Unione Europea.

L’effetto di congelamento resterà in essere fino ad effettivo assestamento di bilancio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensione, Quota 100: una clausola congela i fondi per troppe doma...