Pensione, Quota 100 beffa Quota 41. Minaccia blocco contributi

Le ultime novità sulla riforma pensioni continuano a passare per le critiche che stanno muovendo i quota 41 al Governo

Quota 41 resta tra le misure promesse dal governo gialloverde, ma attualmente il provvedimento è disponibile solo in alcuni casi specifici. La misura consentirebbe a tutti i lavoratori che hanno maturato almeno 41 anni di contributi di ottenere l’accesso alla pensione indipendentemente dall’effettiva età anagrafica, il che andrebbe a vantaggio dei cosiddetti lavoratori precoci, che hanno magari inziato a lavorare in giovane età e sono chiamati a lavorare ben oltre i 40 anni di contributi.

Tuttavia, a dispetto delle promesse elettorali dei due vicepremier Salvini e Di Maio, l’esecutivo ha scelto un’altra strada, mandando in pensione coloro che hanno versato per soli 38 anni. Quota 100 ha di fatto beffato i precoci, relegandoli nuovamente al lavoro e all’uscita con le precedente Legge Fornero. A nulla servirà, dicono affranti ed arrabbiati, la quota 41 tra 3/4 anni, entro fine legislatura, i veri quota 41 saranno tutti in pensione ‘grazie’, per quanto assurdo possa sembrare ringraziare una normativa ferrea, alla legge Fornero.

Da queste considerazioni parte il pressing dei lavoratori, che chiedono l’estensione della Quota 41 per tutti senza penalizzazioni. Attualmente, l’opzione risulta infatti disponibile solo per alcuni specifici profili di disagio indicati dal legislatore (i disoccupati, gli invalidi al 74%, i caregivers e coloro che svolgono attività gravose o usuranti).

Come riporta su ‘pensionipertutti.it’, fra i beffati c’è chi propone che vi sia un blocco dei contributi dopo i 40 anni. “L’Inps smetta di prelevare la quota contributiva necessaria e ci versi la quota corrispondente direttamente in busta paga – si legge -, affinché abbia ancora un senso lavorare. Perché ciò sia fattibile, bisognerebbe, dice un utente, contattare un avvocato che si prenda carico della categoria, dunque i quota 41 parrebbero, ormai esausti, pronti ad una class action”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensione, Quota 100 beffa Quota 41. Minaccia blocco contributi