Pensione, Putin come la Fornero: innalzata a 65 anni

Cinque anni di aumento dell’età pensionabile nella legge proposta dal governo russo e in via di approvazione

Se chi punta a “smontare la Fornero pezzo per pezzo” ha Vladimir Putin come riferimento, farebbe bene a dare un’occhiata a cosa accade in Russia in tema di pensioni. Dove l’aspettativa di vita è meno alta che in Italia, eppure c’è una proposta di legge in via di approvazione che alza l’età pensionabile da 60 a 65 anni. Per le donne l’aumento sarà addirittura di 8 anni, passando da 55 a 63 anni. Molto più impattante della riforma Fornero.

Tornando all’aspettativa di vita, in Italia la pensione a 65 anni significa un’aspettativa plausibile di vita da pensionato pari a 15/20 anni. In Russia andare in pensione a 65 anni significa plausibilmente dieci anni da pensionato. Dunque la riforma di Putin risulta ben più pesante di quella della Fornero. In Italia 35/40 anni di contributi versati e 15/20 anni di pensione percepita. In Russia stesso numero di anni al lavoro e quindi di contributi per un numero di anni in pensione minore.

Pur di salvare un sistema previdenziale che non reggeva più, Putin si è dunque esposto per la prima volta ad un prevedibile calo di consenso in una nazione in adorazione del proprio leader.

Leggi anche:
Taglio alle pensioni: la Lega propone contributo di solidarietà
Pensioni d’oro: taglio sopra i 4mila euro per alzare le minime
Di Maio, pensioni d’oro nel mirino: tagli per aumentare quelle minime
Nel 2017 le pensioni d’oro sono raddoppiate
Così la flat tax rischia di resuscitare le pensioni d’oro

Pensione, Putin come la Fornero: innalzata a 65 anni