Pensione anticipata e legge 104, cosa cambia nel 2018

Ecco quali sono i requisiti per accedere alla pensione anticipata precoci in qualità di caregiver

La recente legge di Bilancio 2018 ha stabilito che può accedere alla pensione anticipata per lavoratori precoci anche chi, con 41 anni di contributi (anzichè con 42 anni e 10 mesi), assiste un familiare di secondo grado portatore di handicap.

In particolare, sarà possibile beneficiare dell’uscita con 41 anni di contributi se i genitori e il coniuge del familiare di secondo grado assistito hanno compiuto 70 anni, oppure sono anch’essi affetti da patologie invalidanti o sono deceduti. Il requisito fondamentale per la cosiddetta pensione anticipata quota 41 è essere lavoratori precoci, con un minimo di 12 mesi di contributi da lavoro accreditati prima dei 19 anni.

REQUISITI – I requisiti per accedere alla pensione anticipata precoci in qualità di caregiver sono:

  • avere almeno 41 anni di contributi complessivi dei quali 12 mesi versati prima del compimento dei 19 anni, dal 2019 41 anni e 5 mesi perché collegato all’aumento dell’aspettativa di vita media;
  • essere iscritto, a partire da una data precedente al 1° gennaio 1996, presso una forma di previdenza obbligatoria;
  • assistere continuativamente, da almeno 6 mesi, un familiare convivente di 1° grado, oppure il coniuge o il partner, portatore di handicap grave secondo la Legge 104 (dal 2018 vale anche se il familiare entro il 2° grado, qualora i suoi genitori o il coniuge abbiano compiuto 70 anni, oppure siano anch’essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti);
  • aver cessato l’attività lavorativa.

COME FARE DOMANDA – I lavoratori devono presentare domanda all’Inps per il riconoscimento dei requisiti:

  • entro il 1° marzo 2018 (o tardivamente entro il 15 luglio 2018) per chi matura i requisiti entro il 31 dicembre 2018,
  • entro il 1° marzo 2019 per chi matura i requisiti entro il 31 dicembre 2019.

L’Inps, una volta presentata la domanda di certificazione dei requisiti, comunica il suo accoglimento, o meno. Una volta certificati i requisiti da parte dell’Inps, gli interessati devono presentare la domanda vera e propria di pensione anticipata.

Leggi anche:
Pensione anticipata, ApE sociale e precoci: le domande 2018
Pensione: i requisiti per andarci nel 2019-2020
Pensioni: i 15 lavori gravosi per cui non scatterà l’aumento dell’età pensionabile

Pensione anticipata e legge 104, cosa cambia nel 2018