Pensione anticipata: 5 nuove vie per l’uscita flessibile

Prepensionamento con tagli, ricalcolo contributivo, ritorno delle quote, estensione opzione donna o staffetta generazionale

La Legge per Tutti

Pensioni: con la legge di Stabilità per il 2016, il Governo intende dare maggiore flessibilità in uscita ai lavoratori, garantendo una pensione anticipata che superi le rigidità delle attuali regole. L’intenzione è quella di trovare il giusto equilibrio tra condizioni troppo onerose per gli interessati – che potrebbero disincentivare il rapido approdo alla pensione – e quelle, invece, eccessivamente generose – che, al contrario, potrebbero essere utilizzate in massa, aumentando il buco dell’Inps. Il caso più noto, probabilmente, è quello dell’opzione donna, che consente di anticipare il pensionamento se le lavoratrici accettano il ricalcolo dell’assegno con il metodo contributivo. Un’opzione che scadrebbe quest’anno ma che si chiede venga prorogata. E poi ci sono i lavori considerati usuranti, che potrebbero essere estesi a tipologie di impiego finora escluse.

La partita più delicata si giocherà con il nodo "coperture", tanto che il ministro del Lavoro Poletti ha chiarito che "l’uscita anticipata dovrà essere compatibile con la tenuta dei conti pubblici", ed è per questo che la riforma verrà varata proprio con la legge di Stabilità. Vediamo nelle slides le dichiarazioni di Poletti e le 5 ipotesi in ballo.

 

Pensione anticipata: 5 nuove vie per l’uscita flessibile