Leopolda 10, Renzi attacca il Governo: come Quota 100 penalizza il Paese

"È un'ingiustizia, va cancellata", così Renzi dal palco dove ha presentato il simbolo di Italia Viva

Matteo Renzi torna all’attacco del Governo Conte. Dalla Leopolda l’ex leader del PD e fondatore di Italia Viva mette di nuovo nel mirino Quota 100, la misura che permette di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi.

“Quando diciamo che quota 100 non va bene non stiamo attaccando gli anziani, stiamo dicendo che 20 miliardi di euro in tre anni per 150.000 persone sono un’assurdità”, queste le parole di Renzi dal palco della manifestazione in cui ha presentato il simbolo del suo nuovo partito.

L’ex premier per spiegare il suo pensiero ha azzardato un paragone: “Gli 80 euro valgono 10 miliardi, la metà, e vanno a 10 milioni di persone. 20 miliardi a 150 mila persone è un’ingiustizia”.

Per questo secondo Matteo Renzi Quota 100 va cancellata, in quanto troppo costosa a fronte di una platea ristretta di persone che ne beneficiano. Obiettivo di Italia Viva è dirottare i 20 miliardi su altre misure a sostegno di giovani, famiglie, servizi, stipendi e politiche per il lavoro.

Quota 100 è stata una delle misure chiave introdotte dal precedente Governo Conte, fortemente voluta dalla Lega per ammorbidire la legge Fornero. Il premier Conte è intenzionato a tenerla, così come l’altro alleato di governo, Luigi Di Maio. Adesso la misura è regolarmente inserita tra gli interventi previsti nella prossima Legge di Bilancio e Giuseppe Conte l’ha definita “un pilastro della Manovra”. La questione sul mantenerla o meno, però, si sta tramutando in un braccio di ferro tra i membri della Maggioranza che sorregge l’Esecutivo.

La polemica, dal palco della 10° edizione della Leopolda, si sposterà presto nelle aule di Camera e Senato: “Faremo un emendamento e vediamo chi vince in Parlamento”, ha dichiarato Matteo Renzi ai microfoni del Tg2, ripetendo quanto detto il giorno prima in un’altra intervista. Una presa di posizione questa che non piace al Capo del Governo, che ha minacciato di mettere alla porta chi non sostiene le misure previste in Manovra. “Qui bisogna fare squadra, chi non la pensa così è fuori dal Governo”, ha infatti ribadito recentemente Conte.

La Manovra, ha aggiunto poi il Premier durante la sua presenziata all’Eurochocolate di Perugia, è già stata approvata da tutte le forze politiche che compongono la maggioranza. Sarà pertanto oggetto di nuovi confronti e sarà approfondita, ma non sarà stravolta.

 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Leopolda 10, Renzi attacca il Governo: come Quota 100 penalizza il&nbs...