Inps, effetto Fornero sulle pensioni: dal 2012 calate del 3,9%

Tra il 2012 e il 2017 sono passate da 17.224.961 a 16.560.776. Al Sud pensioni d’invalidità quasi triple rispetto al Nord

(Teleborsa) Una delle misure che tiene banco in questi giorni è sicuramente Quota 100 (che proprio in queste ore potrebbe diventare Quota 104 per cercare di far quadrare i conti e trovare un’intesa al fotofinish con Bruxelles sulla manovra) riguarda da vicino le pensioni e il superamento della Legge Fornero, come più volte promesso dal vicepremier Salvini. Intanto, l’effetto Fornero si fa sentire sulle pensioni. In cinque anni, tra il 2012 e il 2017, il totale delle pensioni previdenziali vigenti è passato da 17.224.961 a 16.560.776, con una riduzione complessiva del 3,9% pari a 664.185 trattamenti, concentrata sugli ex lavoratori dipendenti privati ed autonomi, che diminuiscono rispettivamente di 601.391 e 165.420 pensioni, mentre sono aumentate quelle degli ex lavoratori dipendenti pubblici di 54.671 e parasubordinati di 21.240, al netto delle pensioni supplementari. Lo dice il Rendiconto sociale dell’Inps.

Nello stesso periodo sono state liquidate 717.279 pensioni di vecchiaia, di cui 307.266 alle donne e 410.013 agli uomini, mentre sono state liquidate 1.076.675 pensioni di anzianità/anticipata, di cui 417.314 alle donne e 659.361 agli uomini; il rapporto donne/uomini è passato dallo 0,41 iniziale a 0,57 alla fine del periodo.

Al Sud pensioni d’invalidità quasi triple rispetto al Nord – Altro dato interessante, sempre reso noto dall’Inps, è quello che riguarda le pensioni d’invalidità che al Sud e nelle Isole sono praticamente quasi il triplo di quelle del Nord. Numeri alla mano, nel 2017 le pensioni di invalidità sono 932.289 con un calo del 3,3% rispetto al 2016 pari a 32.021. Il rapporto di tale prestazione con la popolazione residente è, per ogni 100 abitanti, del 2,4 al Nord, del 3,2 nel Centro e del 6,7 nel Sud e Isole. Le prestazioni erogate agli invalidi civili sono rappresentate dalle pensioni e dalle indennità di accompagnamento, che complessivamente al 31 dicembre 2017 risultano 3.045.676 con un calo del 0,5% rispetto al 2016 pari a 14.814.Le indennità di accompagnamento sono 2.113.287, con un leggero incremento dello 0,8% rispetto al 2016 pari a 17.207.

Inps, effetto Fornero sulle pensioni: dal 2012 calate del 3,9%