Cessione del quinto della pensione: nuovi tassi per il secondo trimestre 2018

Aggiornati i tassi per la cessione del quinto della pensione, saranno applicati a partire dal primo aprile e fino al 30 giugno

Il secondo trimestre 2018 porta delle novità sul fronte delle cessioni del quinto della pensione: sono infatti stati aggiornati i tassi per chi effettua questa operazione. A farlo sapere l’Inps a seguito del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha pubblicato i tassi effettivi globali medi (Tegm).

Ma che cos’è la cessione del quinto? Può essere richiesta sia per lo stipendio che per la pensione ed è una tipologia di finanziamento che viene rimborsato a rate dal datore di lavoro oppure dall’Istituto di previdenza. In teoria non deve superare un quinto dello stipendio netto, ma in casi particolari si può arrivare ai due quinti. Ogni mese l’ente pensionistico trattiene un quinto della busta paga e versa l’importo direttamente allistituto che si è occupato di realizzare il finanziamento. La durata ha dei limiti ben precisi, che vanno da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120.

I nuovi tassi effettivi globali medi, che verranno applicati anche alla cessione del quinto, saranno effettivi per il periodo che va dal primo aprile fino al 30 giugno.

Cosa importante da sapere è che il tasso di interesse a cui fare riferimento varia in base all’importo del prestito, lo spartiacque sono i 15mila euro. Ma anche in base alle classi di età alla scadenza del piano, come da tabella pubblicata sul sito dell’Inps. Fino ai 59 anni con un importo massimo di 15mila euro il tasso sarà dell’8,7 per cento, sopra i 15mila euro del 7,3 per cento. Dai 60 ai 64 anni fino a 15mila euro tasso del 9,5 per cento, oltre i 15mila euro 8,1 per cento. Se la cessione del quinto termina dai 65 ai 69 anni ed è inferiore o uguale a 15mila euro allora il tasso sarà del 10,3 per cento, se il finanziamento supera lo spartiacque dei 15mila euro allora il tasso arriverà all’8,9 per cento. Dai 70 ai 74 anni fino a 15mila 11 per cento, oltre quella cifra 9,6 per cento. Infine dai 75 ai 79 anni 11,8 per cento fino ai 15mila euro, oltre 10,4 per cento.

Possono accedere alla cessione tutte le pensioni, ma con delle eccezioni. Restano fuori da questa possibilità per richiedere un finanziamento ad esempio pensione e assegni sociali, prestazioni di invalidità civile e assegni di sostegno al reddito.

Cessione del quinto della pensione: nuovi tassi per il secondo trimest...