Istat: cresce l’occupazione ma non tra i giovani

Secondo l'ISTAT l'occupazione che cresce non è quella giovanile

La crisi ha trasformato la disoccupazione in una trappola. Chi è in cerca di lavoro lo è in media da oltre 2 anni, che arrivano quasi a 3 nel caso di primo impiego.
Sommando ai 3,2 milioni di disoccupati i 3,5 milioni che l’Istat definisce potenziali, gli italiani senza lavoro arrivano a quasi 7 milioni. Non solo, ma è in continuo aumento anche il numero di nuclei familiari in cui la donna è l’unica occupata e il numero di part time involtario, in cui il lavoratore accetta l’orario ridotto in mancanza di un impiego a tempo pieno.
In Italia il tasso di occupazione si ferma al 55,7 percento e se l’occupazione nel 2014 è tornata a crescere, la crescita è avvenuta soprattutto tra gli over 55, mentre risulta ancora in calo tra i più giovani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Istat: cresce l’occupazione ma non tra i giovani