Grecia, ultima chiamata. Tsipras pronto al grande No

Grecia, impasse sui negoziati. La Commissione europea mantiene il principio sul fatto che l'euro è irreversibile, ma Tsipras si dice pronto al grande "no"

I negoziati tra la Grecia e i suoi creditori sono ormai prossimi ad una rottura definitiva. Decisiva la riunione dell’Eurogruppo che tuttavia non appare in grado di portare fuori dall’attuale d’impasse il negoziato fra Atene e i suoi creditori dell’Eurozona e dell’Fmi. Il premier ellenico Alexis Tsipras si dice pronto al grande No. L’obiettivo delle Grecia  di arrivare il più vicino possibile alla fine del mese e mettere così la troika con le spalle al muro.

La Commissione europea esclude che con la Grecia, alla scadenza del termine per raggiungere un accordo, si possa continuare il negoziato ad oltranza. "Non pensiamo di fermare gli orologi", ha affermato il portavoce Margaritis Schinas. Rispondeva ad una domanda su una consuetudine, nelle tornate negoziali Ue, in cui appunto quando un negoziato è aperto e i termini per una intesa sono finiti si continua con la formula del "fermare gli orologi", fino ad esito positivo o negativo.

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Grecia, ultima chiamata. Tsipras pronto al grande No