I vip che hanno guadagnato di più dopo la morte

Ci sono parecchi cantanti, da John Lennon a Michael Jackson: ma nessuno di loro è il vip che ha guadagnato di più dopo la morte

Ci sono delle vere e proprie icone dello spettacolo e dell’arte, dal cinema alla musica, passando per la letteratura, che continuano a guadagnare anche dopo la loro morte. Ne sono molto felici i rispettivi eredi, che hanno la possibilità di spartirsi – in alcuni casi – decine di milioni di euro. Nella top 13 stilata da Forbes, al primo posto c’è un insospettabile. Ma di nomi famosi, a cominciare da quello di John Lennon, ce ne sono diversi. Ecco la classifica.

I vip che hanno guadagnato di più dopo la morte

Partiamo dal fondo. John Lennon, storico leader dei Beatles, è stato assassinato nel 1980. Aveva 40 anni. Da allora la sua iconicità non è affatto venuta meno. Anzi, recentemente è stato lanciato un documentario sui FabFour disponibile su Disney+ e qualche anno fa Spotify è riuscita a caricare sulla piattaforma musicale la produzione della band di Liverpool. Dopo la morte, gli eredi di Lennon hanno incassato 12 milioni di dollari: cifra che vale il 13° posto di questa speciale classifica (qui la disputa per l’eredità di John Lennon).

Al 12° Juice Wrld, il rapper morto ad appena 21 anni in seguito a un attacco epilettico: deceduto nel 2019, i suoi eredi hanno guadagnato 15 milioni di dollari in appena due anni. Altra icona all’11° posto, dove troviamo la leggenda del reggae: Bob Marley è morto a 36 anni, era il 1981: 16 milioni di dollari alla famiglia.

Entriamo in top 10, inaugurata da Luther Vandross, cantante statunitense morto a soli 54 anni nel 2005. Poco prima del decesso si era ritirato, colpito da un ictus: accanto al suo nome, la cifra di 21 milioni di dollari. Al 9° posto c’è Gerry Goffin, conosciutissimo soprattutto per due canzoni: ‘(You Make Me Feel Like) A Natural Woman’ e ‘The Loco-Motion’: morto a 75 anni nel 2014, i suoi eredi si godono 23 milioni di dollari.

All’8° posto Arnold Palmer, golfista statunitense: è stato lo sportivo più ricco del mondo (ecco i 10 sportivi più ricchi al mondo in vita). Morto nel 2016 a 87 anni, dopo la morte ha guadagnato 27 milioni di dollari. Poco meno di Elvis Presley, a quota 30 milioni di dollari.  Al 6° posto Bing Crosby: lo conoscete perché la sua incisione di ‘White Christmas’, la canzone scritta da Irving Berlin, è il singolo più venduto di tutti i tempi, con oltre 50 milioni di copie vendute nel mondo: gli eredi ringraziano, dal 1977 ad oggi hanno incassato 33 milioni di dollari.

Al 5° posto Dr. Seuss, scrittore e fumettista: il suo lavoro è stato adattato numerose volte, in undici special televisivi, tre lungometraggi, un musical di Broadway e una serie originale Netflix. Agli eredi, dal 1991 ad oggi, ha fatto guadagnare 35 milioni di dollari. Cinque in meno del collega Charles Schulz, papà di Snoopy e Charlie Brown.

Sul gradino più basso del podio l’icona del pop, Michael Jackson: scomparso nel 2009 a 50 anni, agli eredi ha fatto incassare ben 75 milioni di dollari. Ha fatto meglio un altro cantante assai noto, Prince, morto a 57 anni nel 2016: anche grazie alla sua ‘Purple rain’ ha fatto felici i suoi discendenti, a cui sono già arrivati 120 milioni di dollari.

Ma al primo posto c’è un insospettabile: si tratta di Roald Dahl, l’ideatore ‘Charlie e la fabbrica di cioccolato’ che ha scritto 43 libri, adattati in 16 lungometraggi. Netflix (e forse anche per questo sono aumentati i prezzi degli abbonamenti), lo scorso settembre, ha sborsato 684 milioni di dollari per la Roald Dahl Story Company: ai suoi eredi, per adesso, Dahl ha permesso di incassare ben 513 milioni di dollari dopo la sua morte.

I vip che hanno guadagnato di più dopo la morte: la classifica completa

Di seguito il recap della top 13, da chi ha guadagnato di più dopo la morte a chi ha guadagnato di meno:

  1. Roald Dahl (morto nel 1990 a 74 anni): 513 milioni di dollari;
  2. Prince (morto nel 2016 a 57 anni): 120 milioni di dollari;
  3. Michael Jackson (morto nel 2009 a 50 anni): 75 milioni di dollari;
  4. Charles Schulz (morto nel 2000 a 77 anni): 40 milioni di dollari:
  5. Dr. Seuss (morto nel 1991 a 87 anni): 35 milioni di dollari:
  6. Bing Crosby (morto nel 1977 a 75 anni): 33 milioni di dollari:
  7. Elvis Presley (morto nel 1977 a 42 anni): 30 milioni di dollari:
  8. Arnold Palmer (morto nel 2016 a 87 anni): 27 milioni di dollari:
  9. Gerry Goffin (morto nel 2014 a 75 anni): 23 milioni di dollari:
  10. Luther Vandross (morto nel 2005 a 54 anni): 21 milioni di dollari:
  11. Bob Marley (morto nel 1981 a 36 anni): 16 milioni di dollari:
  12. Juice Wrld (morto nel 2019 a 21 anni): 15 milioni di dollari:
  13. John Lennon (morto nel 1980 a 40 anni): 12 milioni di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I vip che hanno guadagnato di più dopo la morte