Chiara Ferragni firma l’uovo di Pasqua: a chi andranno i soldi che guadagnerà

L'influencer più famosa del mondo, l'italiana Chiara Ferragni, firma l'uovo di Pasqua solidale di Dolci Preziosi per una aiutare I Bambini delle Fate

Chiara Ferragni lancia un nuovo prodotto destinato a diventare il must have di Pasqua per tutte le influencer e aspiranti tali. Questa volta la creatrice di The Blond Salad, il blog di moda con cui ha raggiunto il successo e creato un fitto network di collaborazioni con le grandi griffe internazionali, non promuove un nuovo accessorio o un capo di abbigliamento.

La moglie di Fedez conferma il suo impegno per il sociale firmando, con l’occhio simbolo del suo brand, un uovo di cioccolato, le cui vendite verranno devolute a un’associazione benefica. Non è un caso, d’altronde, che i Ferragnez abbiano ricevuto un Ambrogino d’oro, la massima onorificenza milanese, dalle mani del sindaco Giuseppe Sala proprio per il loro altruismo.

Chiara Ferragni firma l’uovo di Pasqua solidale per I Bambini delle Fate

L’uovo di Pasqua, prodotto da Dolci Preziosi, sarà venduto in un’esclusiva confezione rosa con il logo della maison di Chiara Ferragni. Il ricavato andrà all’associazione I Bambini delle Fate, che dal 2005 si occupa di sostenere economicamente progetti e percorsi di inclusione sociale per ragazzi con autismo e altre disabilità.

L’organizzazione no profit non dispone di centri, ma attraverso una innovativa raccolta fondi continuativa forma e una rete di sostenitori presente in tutta l’Italia, mette in contatto partner commerciali e strutture sociali per permettere una qualità della vita migliore alle famiglie, che spesso faticano a trovare mezzi economici e luoghi adatti alle necessità che derivano dai disturbi dello spettro autistico e altre disabilità. Per questo l’associazione crea e finanzia progetti inclusivi, sostenendo economicamente le tante realtà che poi li attuano nel concreto.

Chi sono Andrea e Franco Antonello dell’associazione I Bambini delle Fate

I Bambini delle Fate nasce dall’impegno di Andrea Antonello e suo padre Franco, diventati celebri grazie al loro modo di affrontare con il sorriso le sfide dell’autismo, spiegandone le sfumature e facendo un continua opera di formazione e divulgazione attraverso vari canali, dai libri alle trasmissioni televisive.

La loro storia è stata raccontata da Fulvio Ervas in “Se ti abbraccio non avere paura”, che nelle sue 319 pagine raccoglie le esperienze di Andrea, “prigioniero” dell’autismo, e del papà Franco. I due hanno tagliato in due l’America in un’avventura durata tre mesi fatta di abbracci, esperienze estreme e nuovi incontri. Tra cui quello con Jorge, ragazzo autistico conosciuto in Costarica, e che grazie al progetto della famiglia Antonello ora ha una nuova casa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chiara Ferragni firma l’uovo di Pasqua: a chi andranno i soldi c...