Tom Hanks vende la sua Fiat 128 da collezione di “The Post”: quanto vale

La star di Hollywood, grande appassionato delle Fiat, ha messo all'asta l'auto usata nel film di Spielberg

La passione rinomata di Tom Hanks per i modelli vintage delle Fiat è pari solo alla sua generosità. L’attore californiano, 68 anni, ha messo all’asta per beneficenza la Fiat 128 di cui si innamorò durante le riprese di “The Post” tanto da volerla acquistare. Il ricavato del modello del 1975 usato nel film di Steven Spielberg,  sarà donato interamente all’organizzazione Southern California Public Radio.

Tom Hanks vende la sua Fiat 128 da collezione di “The Post”: il modello

Durante i ciak del film, l’auto, originariamente in giallo è stata riverniciata in verde chiaro, per poi essere verniciata nell’attuale verde scuro proprio per volere di Tom Hanks.

La macchina è stata guidata sul set proprio dall’attore, protagonista insieme a Meryl Streep della pellicola del 2017 sui “Pentagon Papers”, nella quale indossa i panni del direttore del Washington Post, Ben Bradlee.

La Fiat 128 apparì per la prima volta nelle concessionarie nel 1969 e fu prodotta fino al 2003 per un totale di 3 milioni esemplari messi sul mercato.

Si tratta di un modello che ha fatto la storia dell’industria automobilistica italiana perché in possesso di un motore creato dall’ex progettista Ferrari, Aurelio Lampredi, con il progetto di Dante Giacosa. Ma quest’auto divenne celebre negli anni perché era la preferita da Enzo Ferrari in persona per i propri spostamenti quotidiani.

Tutti elementi che non saranno di certo sfuggiti a Tom Hanks. Sono questi modelli simbolo della tradizione e del costume del nostro Paese, più di Aston Martin, Porsche o altri marchi di lusso, ad essere i protagonisti del garage del due volte premio Oscar.

Già nel marzo scorso l’attore americano aveva messo all’asta un’altra eccellenza italiana come la Fiat 126p “Polski” del 1974.

Gliel’aveva regalata gruppo di fan originari di Bielsko Biala, città polacca dove da metà anni Settanta veniva prodotto questo modello su licenza, facendogliela recapitare direttamente in California dopo che Hanks era rimasto fulminato vedendola durante un viaggio a Budapest.

Battuta per l’incredibile cifra di 83.500 dollari, almeno venti volte maggiore rispetto al valore reale, la somma ricavata è stata devoluta all’associazione Elizabeth Dole Foundation e alla sua Hidden Heroes Campaign presieduta dallo stesso Tom Hanks che fornisce assistenza e sostegno economico ai caregiver dei militari feriti e dei veterani (qui avevamo parlato delle critiche sui 45 miliardi donati in beneficenza da Mark Zuckerberg).

Tom Hanks vende la sua Fiat 128 da collezione di “The Post”: la base d’asta

La Fiat 128 seguirà lo stesso destino della cugina, con una valutazione però molto inferiore rispetto alla 126, a partire da una base d’asta di 24.375 dollari (qui avevamo parlato dell’asta per la felpa del presidente ucraino Volodymyr Zelenksy).

Come si legge nella scheda di Bring a Tralier, società di Santa Monica che si occupa della vendita, l’automobile è equipaggiata con un quattro cilindri in linea da 1290 cc abbinato a un cambio manuale a quattro marce. Tra le componenti dell’auto sono inclusi paraurti cromati, finestrini posteriori a scomparsa e ruote in acciaio da 13 pollici, riscaldamento e sbrinatore, radio e cinture di sicurezza anteriori a tre punti. La macchina è dotata di freni a disco anteriori, sospensioni posteriori indipendenti con una molla a balestra trasversale e sospensioni anteriori a montante con barra antirollio.