Rai: mancano i soldi del canone, programmi e fiction a rischio

L'ad Fabrizio Salini ha ammesso che, con meno fondi dalla pubblicità e senza extra-gettito del canone, alcune trasmissioni sono a rischio

La Rai continuerà a investire nonostante il momento di forte crisi del settore. “Nel 2021, con i cali della raccolta pubblicitaria e le incertezze sugli introiti da canone, stiamo operando razionalizzazioni sia sui costi interni, sia sugli investimenti produttivi. Non fermiamo le macchine, ma, se non arrivano risorse, Rai ridurrà gli investimenti nella fiction”, ha dichiarato l’amministratore delegato Fabrizio Salini durante la presentazione del II Rapporto Nazionale Apa. L’ad ha sottolineato tuttavia di voler recuperare l’extra gettito del canone.

Dai 90€ versati dai cittadini con il canone Rai, infatti, solo 70€ entrano nelle casse della Rai. “Senza il riconoscimento di quello che spetta alla Rai ci saranno meno risorse da poter immettere sul mercato”, ha ammesso Fabrizio Salini.

Rai, mancano i soldi del canone: Carlo Conti a rischio

In bilico, con le spese extra per far fronte all’emergenza sanitaria, ci sarebbero addirittura i programmi di Carlo Conti sulla rete ammiraglia. Sarebbe in forse la conferma del ritorno di Affari Tuoi, in prima serata il sabato sera, proprio a causa di problemi di budget. O almeno sono queste le voci che si rincorrono a Saxa Rubra.

Per ora i pensieri di Stefano Coletta, direttore di Rai 1, sono concentrati sulla ripresa del conduttore, che dovrebbe tornare almeno da remoto per la finale di Tale & Quale, dopo il ricovero in ospedale causa Covid-19. Il talent di imitatori continuerà nel mentre a essere presentato dal trio di giudici composto da Loretta Goggi, Vincenzo Salemme e Giorgio Paniarello.

Rai, mancano i soldi del canone: ci saranno meno fiction

Rimane il nodo fiction. A oggi non è stato ancora individuato un nuovo direttore di Rai Fiction, con Fabrizio Salini che sta ricoprendo la carica ad interim. La mancanza di questa figura chiave preoccupa produttori e investitori, anche se l’ad ha voluto rassicurare il settore su questo fronte: “Se qualche contratto è alla firma o non è ancora partito è solo perché stiamo prevedendo l’impatto economico nei prossimi anni”.

L’amministratore delegato della Rai ha sottolineato che l’ex direttore Tinny Andreatta ha formato e lasciato in Rai Fiction una squadra molto preparata che “ci sta supportando”, nonostante non siano chiari i tempi della nuova nomina, che avverrà “quanto prima”. Extra-gettito o meno, il Piano di produzione per le fiction del 2021 dovrebbe essere firmato entro il 31 dicembre.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rai: mancano i soldi del canone, programmi e fiction a rischio