Nuovo San Siro: cosa prevede l’accordo raggiunto tra Sala, Inter e Milan

L'incontro tra il sindaco Giuseppe Sala e i dirigenti di Inter e Milan riapre la corsa al nuovo impianto: cosa è stato deciso

Inter e Milan da anni sognano un nuovo stadio al posto di San Siro, tanto iconico quanto inadeguato, secondo i club, per il calcio di oggi, che muove milioni di euro anche e soprattutto negli impianti sportivi (Calcio, rischio default per la Serie A: tutti i numeri della crisi). Dopo la rielezione, il sindaco Giuseppe Sala ha incontrato nuovamente i dirigenti delle due squadre, facendo il punto in un post su Facebook a meeting terminato. Il primo cittadino di Milano ha elencato una serie di punti vincolanti che Inter e Milan hanno accettato. Ecco cosa prevede l’accordo tra club e amministrazione comunale.

Nuovo San Siro: cosa prevede l’accordo raggiunto tra Sala, Inter e Milan

Il sindaco Giuseppe Sala, su Facebook, ha pubblicato un lungo post che chiarisce non solo la formalizzazione di un accordo per la costruzione di un nuovo impianto, ma ne sintetizza anche i punti vincolanti accettati da Inter e Milan per avere il tanto agognato stadio (cosa che per adesso non è riuscita alla Roma). In tutto i prerequisiti fondamentali sono 3:

  • il nuovo stadio dovrà rispettare le linee e i volumi contenuti nello studio di fattibilità, già presentato dai club al Comune;
  • l’area dell’attuale San Siro dovrà essere riconvertita per sviluppare il progetto del distretto dello sport ed entertainment, in un contesto verde (anche in questo caso come da dossier già presentato);
  • le concessioni di diritti volumetrici per sviluppi urbanistici accessori allo stadio non potranno derogare a quanto consentito dal PGT vigente.

Giuseppe Sala ha poi annunciato che la giunta, da lui presieduta, procederà rapidamente a deliberare il pubblico interesse. Ma anche sottolineato che, a prescindere dal tempo della realizzazione del nuovo stadio, la cerimonia di apertura delle Olimpiadi Invernali 2026 (organizzate insieme a Cortina) si svolgerà nell’attuale San Siro, “come tributo alla sua gloriosa storia”. Nulla sarà quindi demolito prima di febbraio 2026.

Nuovo San Siro: testa a testa tra due progetti

Inter e Milan hanno affidato a una serie di studi il progetto per il nuovo impianto, che dovrebbe garantire 60 mila posti (di cui circa 12.500 ‘premium’) per una spesa complessiva di 650 milioni di euro. Il tutto realizzabile entro tre anni. Al momento i progetti principali sono due:

  • ‘Cattedrale’ dello studio Populous;
  • ‘Anelli di Milano’ di Manica, Sportium e Progetto Cmr.

I club non hanno ancora sciolto le riserve prendendo una decisione, che però è attesa a giorni dopo l’incontro con il sindaco Giuseppe Sala. Tra i due progetti, il favorito sembra essere la ‘Cattedrale’, ispirata al Duomo e alla Galleria adiacente. A seconda di chi giocherà tra Inter (che ha appena rinnovato il contratto a Lautaro Martinez: quanto guadagnerà) e Milan, la ‘Cattedrale’ – grazie a una tecnologia ecosostenibile – si ‘vestirà’ di neroazzurro o rossonero. L’altro progetto, gli ‘Anelli di Milano’, puntano invece su due anelli intrecciati, al fine di sottolineare l’unione delle due società.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo San Siro: cosa prevede l’accordo raggiunto tra Sala, Inter e M...