Michael Jordan dona 10 mln di dollari: ecco a cosa serviranno

La star del basket mondiale da sempre è impegnato in prima linea per dare un mano a chi è in difficoltà. Il suo nuovo progetto

Michael Jordan ha donato 10 milioni di dollari per aprire due nuove cliniche negli Usa. La leggenda dell’NBA e oggi proprietario degli Charlotte Hornets ha annunciato che intende aprire due nuovi centri di assistenza sanitaria regionale nella Carolina del Nord, specificamente nella contea di New Hanover, all’inizio del 2022.

A muovere la stella del basket mondiale è la volontà di migliorare l’accesso alle cure a prezzi accessibili. Tema molto caro a Jordan. Le nuove strutture seguiranno il lavoro delle altre due cliniche già avviate grazie al suo sostegno, offrendo servizi a tutte le persone che non hanno una assicurazione sanitaria.

Il modello delle Jordan Family Clinic

Michael Jordan aveva già finanziato nel 2019 due cliniche a Charlotte, nella Carolina del Nord, per assistere le persone meno abbienti. Allora fece una donazione di 7 milioni di dollari a Novant Health per costruire una struttura all’avanguardia nel lato ovest di Charlotte, nonché una seconda struttura che deve ancora aprire.

Il nuovo progetto si svilupperà nuovamente grazie alla collaborazione con Novant Health. “Sono molto orgoglioso di collaborare ancora una volta con Novant Health per espandere il modello Family Clinic per offrire un migliore accesso ai servizi medici critici nella mia città natale”, ha detto il mitico numero 23 dei Chicago Bulls.

“Tutti dovrebbero avere accesso a un’assistenza sanitaria di qualità, indipendentemente da dove vivono o se hanno o meno un’assicurazione. Wilmington occupa un posto speciale nel mio cuore ed è davvero gratificante poter restituire qualcosa alla comunità che mi ha sostenuto durante tutta la mia vita”.

La pandemia ha esacerbato i divari di equità sanitaria in tutto il mondo, anche negli Usa. Le due Michael Jordan Family Clinics già esistenti ad oggi hanno visitato più di 4.500 pazienti e fornito una risposta fondamentale alla pandemia di Coronavirus. Lì sono stati anche somministrati quasi 1.000 vaccini anti-Covid.

Le ultime donazioni di Jordan

Fino ad oggi Jordan ha contribuito in totale con 17 milioni di dollari a finanziare la Novant Health Foundation con l’obiettivo di aprire cliniche negli Stati Uniti per garantire un equo accesso alle cure.

La star dell’NBA da sempre è impegnato in prima linea per dare un mano a chi è in difficoltà. Recentemente ha donato 2 milioni di dollari in proventi del documentario “The Last Dance” per aiutare persone povere prima del Giorno del Ringraziamento in piena pandemia. Prima che il film andasse in onda, aveva annunciato che avrebbe donato i proventi della serie in dieci parti a Friends of the Children, organizzazione no profit nazionale che fornisce ai bambini vulnerabili dei tutor/mentori professionali per aiutarli nella loro crescita.

A giugno 2020, Jordan e il marchio Jordan hanno annunciato una donazione di 100 milioni di dollari nel prossimo decennio per aiutare la lotta in corso contro l’ingiustizia razziale in seguito all’uccisione di George Floyd da parte della polizia americana.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Michael Jordan dona 10 mln di dollari: ecco a cosa serviranno