Il libro vincitore del Premio Strega 2022 (e la magistrale improvvisazione di Geppi Cucciari)

E' una di quelle letture indimenticabili e potenti il libro vincitore dell'ultima edizione del Premio Strega

E’ una di quelle letture indimenticabili e potenti il libro vincitore dell’ultima edizione del Premio Strega. “Spatriati” di Mario Desiati, edito da Einaudi, si è aggiudicato la 76esima edizione del più prestigioso premio letterario italiano. In diretta streaming su Rai 3, l’evento è stato un successo, con la conduzione eccellente della mitica Geppi Cucciari che ha improvvisato – e che improvvisazioni magistrale – in preda a un temporale che ha fatto scappare tutti (potete vederlo qui sul sito Rai). “La buona notizia è che è finita la siccità. La cattiva è che è finita proprio adesso” ha detto in un tempo comico da maestri.

La storia del libro è quella di Claudia che entra nella vita di Francesco in una mattina di sole, nell’atrio della scuola: è una folgorazione, la nascita di un desiderio tutto nuovo, che è soprattutto desiderio di vita. Cresceranno insieme, ma diversi e inquieti: sono due spatriati, irregolari, o semplicemente giovani. Un romanzo sull’appartenenza e l’accettazione di sé, sulle amicizie tenaci, su una generazione che ha guardato lontano per trovarsi (qui invece trovate i migliori libri per bambini decretati dal Premio Andersen 2022).

L’edizione 2022 del Premio Strega

La giuria del Premio è composta da 400 Amici della domenica a cui si aggiungono 220 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da oltre 30 Istituti italiani di cultura all’estero, 20 lettori forti e 20 voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra cui i circoli costituiti presso le Biblioteche di Roma.

Tra i nuovi giurati, entrati quest’anno fra gli Amici della domenica, gli scrittori Andrea Bajani, Donatella Di Pietrantonio, Claudia Durastanti, il giornalista e scrittore Giovanni Grasso, la giornalista e scrittrice Simonetta Sciandivasci, Teresa Cremisi e Roberto Colajanni, rispettivamente presidente e direttore editoriale della casa editrice Adelphi, Francesco Anzelmo, direttore editoriale della Mondadori, e Chiara Sbarigia, presidente di Cinecittà.

Il totale dei voti espressi, 537 (pari a circa 81,4% degli aventi diritto), ha portato alla vittoria il romanzo di Desiati con 166 voti. Secondo posto per Claudio Piersanti con “Quel maledetto Vronskij” (Rizzoli) con 90 voti; Alessandra Carati, “E poi saremo salvi” (Mondadori) terzo posto con 83 voti; poi Veronica Raimo con “Niente di vero” (Einaudi) con 62 voti;, che si era aggiudicata il premio Giovani; Marco Amerighi con “Randagi” (Bollati Boringhieri) con 61 voti; Fabio Bacà con “Nova” (Adelphi) con 51 voti; e infine settimana posizione per Veronica Galletta con “Nina sull’argine” (minimum fax) con 24 voti.

Il tour di Desiati per l’Italia

Inizia ora per Desiati un tour in alcune delle città italiane più attive nella promozione della lettura. Queste le tappe:

  • 8 luglio Lonato del Garda, Fondazione Ugo da Como
  • 12 luglio Roma, Letterature Festival, Stadio Palatino
  • 22 luglio Vieste, Festival Il libro possibile
  • 29 luglio Marciana Marina (Isola d’Elba)
  • 7 agosto Lecce, Chiostro degli Agostiniani
  • 13 agosto Cortina, Una montagna di libri
  • 25-31 agosto Benevento Città Spettacolo.

Tutti i libri finalisti del Premio Strega 2022

Ecco qui tutti i libri finalisti del Premio Strega 2022:

Mario Desiati, Spatriati (Einaudi) (vincitore)

Offerta

 

Claudio Piersanti, Quel maledetto Vronskij (Rizzoli)

Offerta

 

Marco Amerighi, Randagi (Bollati Boringhieri)

Offerta

 

Veronica Raimo, Niente di vero (Einaudi) vincitrice del Premio Strega Giovani 2022)

Offerta

 

Fabio Bacà, Nova (Adelphi)

 

Alessandra Carati, E poi saremo salvi (Mondadori)

Offerta

 

Veronica Galletta, Nina sull’argine, (minimum fax)

Offerta

Gli altri libri in gara

Questi i voti ottenuti dagli altri libri in gara:

Alessandro Bertante, Mordi e fuggi (Baldini+Castoldi)

 

Jana Karšaiová, Divorzio di velluto (Feltrinelli)

Offerta

 

Daniela Ranieri, Stradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie)

 

Davide Orecchio, Storia aperta (Bompiani)

Offerta

 

Marino Magliani, Il cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma)