Instagram, in arrivo una versione per i bambini sotto i 13 anni

Dopo il caso TikTok, Instagram pensa a una versione più sicura dedicata esclusivamente ai minori di 13 anni: come funzionerà

Lo scoop è di Buzzfeed News e, se confermato, segna una svolta notevole nel mondo dei social. Facebook starebbe lavorando a una versione di Instagram (di cui è proprietario) rivolta esclusivamente ai minori di 13 anni. Un modo per accaparrarsi non solo nuovi iscritti legalmente (TikTok per esempio ha cancellato, su richiesta del Garante della protezione dei dati personali, tutti i profili di utenti sotto i 13 anni), ma anche per permettere loro di stare sul social in sicurezza.

Instagram, in arrivo una versione per i minori di 13 anni

Secondo Buzzfeed News, qualche giorno fa Instagram avrebbe introdotto tecnologie di Intelligenza artificiale e avvisi di sicurezza rivolti ai giovani. L’obiettivo? Farli essere più cauti nelle conversazioni con gli adulti. Buzzfeed News sarebbe entrato in possesso di una nota interna della società.

Diversi social (Instagram compreso) al momento vietano l’iscrizione a chi non ha compiuto 13 anni. Il progetto della società, quindi, sarebbe coinvolgere in maniera legale gli under 13. A guidare l’iniziativa ci sarebbe Adam Mosseri, il capo di Instagram, insieme a Pavni Diwanji. Quest’ultimo, ‘strappato’ a Facebook nel dicembre 2020, in passato ha lavorato al progetto YouTube Kids per Google.

Mosseri, su Twitter, ha confermato le indiscrezioni: “Sempre più bambini chiedono ai genitori di usare le app per tenersi in contatto con i loro amici. Stiamo ragionando su una versione di Instagram dove i genitori abbiano il controllo, come abbiamo fatto con Messenger Kids (nel 2007, il ‘Messenger’ su Facebook per i bambini dai 6 ai 12 anni).

Social e under 13: il caso TikTok in Italia e il caso YouTube

A febbraio 2021, in Italia, il Garante della protezione dei dati personali ha deciso di obbligare TikTok a chiedere agli utenti la loro data di nascita, per via di fatti di cronaca nera con protagonisti dei giovanissimi. TikTok, inoltre, ha promesso di mettere in campo sistemi di intelligenza artificiale per scovare eventuali false ammissioni anagrafiche, cancellando tutti i profili di chi non ha compiuto 13 anni.

Ma il tema è caldo anche fuori dai confini italiani, dal punto di vista legale. Nel settembre 2019, infatti, Federal Trade Commission statunitense aveva comminato una maxi multa a Google: 170 milioni di dollari. Al gigante del web era stato contestato l’aver raccolto dati di utenti minorenni sulla piattaforma video YouTube per mostrare loro della pubblicità, ma senza il consenso dei genitori.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Instagram, in arrivo una versione per i bambini sotto i 13 anni