Festival di Sanremo 2021: tra pubblico, date e location ecco il protocollo Rai

Cosa prevede il protocollo che la Rai ha inviato al Cts per lo svolgimento in sicurezza della 71esima edizione del Festival in piena pandemia Covid

Dopo giorni di tira e molla, è stato finalmente inviato al Comitato tecnico scientifico il protocollo messo a punto dalla Rai per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo in piena pandemia Covid.

A preoccupare il Cts non è solo la gestione degli spazi chiusi, in questo caso l’Ariston o anche il Palafiori, ma anche quella dell’esterno strutture, dove potrebbero crearsi assembramenti con evidenti rischi di contagio. Un problema, dunque, che andrebbe ben oltre la presenza del pubblico in sala.

Negli ultimi giorni, la Rai aveva avviato un casting per la ricerca di figuranti per sostituire il pubblico al Teatro Ariston, ma poi tutto è stato bloccato dal ministro della Cultura Franceschini, che ha spinto per il no alla presenza di pubblico in sala, trattandosi di un teatro e dunque soggetto alle regole previste dal Dpcm per i teatri, e non per la tv.

Il protocollo Rai per il 71esima Festival di Sanremo

La Rai, si legge in una nota di viale Mazzini, al termine di una riunione con il direttore artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale all’Ariston.

La Rai ha dato indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione. Niente pubblico al teatro Ariston, stop agli eventi esterni e no alla presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival. Sarebbero questi i punti essenziali individuati dalla Rai nel protocollo che il Cts ora dovrà valutare.

Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la kermesse, spesso facendo parlare il pubblico più della gara stessa. Una batosta, senza dubbio, per le cospicue casse del Festival.

Obiettivo della Rai, con questa mossa, è “produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival”.

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha spiegato di essersi confrontato con i vertici Rai al termine della riunione e di aver avuto conferma da parte loro della volontà di presentare al Cts un progetto che non preveda figuranti, come inizialmente invece si era immaginato, nel rispetto di quanto indicato del Dpcm Covid messo a punto dal Governo Conte. “Mi pare una scelta orientata a perseguire la massima sicurezza, esattamente come abbiamo fatto annullando il palco di piazza Colombo o qualsiasi altro evento collaterale”.

Date e location del Festival

Il Festival andrà comunque in scena, quasi sicuramente, dal 2 al 6 marzo. Il presentatore, Amadeus, dopo un primo vano tentativo di abdicare in caso si assenza di pubblico, pare essersi ricreduto.

Nelle ultime ore alcune indiscrezioni hanno anche ipotizzato il cambio di location, per la prima volta nella storia, per il Festival, che sarebbe potuto approdare, eccezionalmente, al Forum di Assago, che già ospita importanti eventi sportivi, manifestazioni e concerti musicali di rilevanza mondiale, nonché manifestazioni televisive tra cui X Factor. Ma, al momento, sembra solo una lontana ipotesi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Festival di Sanremo 2021: tra pubblico, date e location ecco il protoc...