Eredità Raffaella Carrà, a chi va il patrimonio della regina della TV

Le ipotesi sui beneficiari del patrimonio della cantante e presentatrice bolognese, che nella sua vita non ha mai avuto figli

I suoi funerali sono stati celebrati col sottofondo di lunghi applausi e dei suoi successi intonati in coro dalla grande folla presente a Santa Maria in AraCoeli a Roma. Con l’ultimo addio a Raffaella Carrà, la regina della TV morta a 78 anni, rimane un grande vuoto nel mondo dello spettacolo italiano e nel cuore di quanti l’hanno amata. Ma la grande artista lascia con la sua scomparsa un patrimonio che al momento non si sa a chi andrà in eredità.

Raffaella Carrà, chi potrebbero essere gli eredi

A Raffaella Carrà non era rimasto nessun genitore e nella sua vita non ha mai avuto figli né si è mai sposata. Nonostante ciò, dopo la morte del fratello Renzo a causa di un tumore al cervello nel 2001, la showgirl bolognese si è presa cura dei suoi nipoti Matteo e Federica.

Dalla scomparsa del fratello, al quale è stata sempre molto legata, la Carrà è stata per loro più un genitore che una zia. “Ha preso il posto di mio padre quando è mancato, ci ha sempre dato il meglio dell’affetto e dell’educazione”, ha detto Matteo subito dopo la morte.

Sono loro i suoi parenti più stretti, coloro che potrebbero ereditare gran parte del suo patrimonio.

Per un lungo periodo della sua vita Raffaella Carrà è stata legata sentimentalmente all’autore televisivo (e dei suoi più grandi successi musicali) Gianni Boncompagni, morto nel 2017 a 84 anni.

Dopo di lui, l’altro grande amore è stato il coreografo e regista Sergio Japino, l’ex compagno di una vita con cui è rimasta in ottimi rapporti anche dopo la rottura, tanto da rimanerle accanto nei suoi ultimi istanti e dare l’annuncio della sua morte.

In attesa di scoprire se esista o meno un testamento, secondo le ipotesi, a lui potrebbero andare parte dei beni della cantante e presentatrice.

Nonostante non abbia mai avuto figli, come ha ricordato Japino, “di figli — diceva sempre lei — ne aveva a migliaia, come i 150mila fatti adottare a distanza grazie ad “Amore”, il programma che più di tutti le era rimasto nel cuore”.

Se non tutti, tramite un progetto televisivo del 2004 chiamato “Contigo”, diventato poi una trasmissione nel 2006 col titolo di “Amore”, Raffaella Carrà ha adottato, infatti, molti bambini a distanza. 

Raffaella Carrà, il patrimonio

Oltre ai ricchi contratti accumulati nella sua lunga carriera di successi, la conduttrice il patrimonio della conduttrice è costituito anche da una lussuosissima villa a tre piani in uno dei quartieri più esclusivi di Roma e due proprietà in Toscana: l’estesa tenuta immersa nel verde del Monte Argentario, dove si rifugiava nei momenti di relax, e di un appartamento a Montalcino, in provincia di Siena.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eredità Raffaella Carrà, a chi va il patrimonio della regina della T...