Inaugurato il primo negozio Covid a New York: ecco cosa vende

Mentre nella Grande Mela, come nel resto del mondo, la situazione contagi Covid non accenna a diminuire, apre il primo store interamente dedicato alla malattia

Mentre di qua dall’Atlantico metà Francia viene nuovamente decretata zona rossa, la regione spagnola di Madrid è in lockdown per due settimane e l’Inghilterra si dice vicinissima a nuove rigorose restrizioni a causa del Coronavirus, di là dall’oceano nasce il primo store dedicato interamente al Covid.

Il primo Covid store

A New York è stato nuovamente rinviato il ritorno in classe per quasi un milione di studenti del sistema scolastico pubblico. Come annunciato dal sindaco Bill de Blasio, che si è anche sospeso lo stipendio vista la crisi che morde sulla Grande Mela, le scuole elementari resteranno chiuse fino al 29 settembre e le superiori fino al primo ottobre.

Nella città che non dorme mai l’atmosfera è pesante. I contagi Covid sono in linea con il resto del mondo e non accennano a diminuire. Tantissime le attività costrette ad abbassare le serrande, moltissimi i commercianti che in emergenza sanitaria non ce la fanno ad andare avanti, la disoccupazione cresce. Qualcuno parla di declino mai visto, anche se quasi tutti si dicono certi che New York saprà ancora una volta risollevarsi, come dopo le Torri Gemelle, come sempre.

In questo quadro difficilissimo, spunta però una curiosa novità. È stato appena inaugurato a Koreatown il primo negozio dove si può trovare qualunque tipo di prodotto collegato al Covid. Si chiama CV19Essential e fa già molto parlare di sé. Dentro, si trova qualunque cosa che c’entri con il Covid: mascherine, disinfettanti, termometri, termoscanner, purificatori d’aria, ossigeno, sterilizzatori per smartphone e persino lampade che uccidono i germi.

L’idea di Tony Park

L’inventore si chiama Tony Park, proprietario del famoso locale coreano Samwon Garden. L’edificio che ora ospita tutti i prodotti Covid-19 avrebbe dovuto essere il suo secondo ristorante, ma ha cambiato rotta quando ha notato che c’era sempre più richiesta di dispositivi di protezione. “Pensavamo che il Coronavirus sarebbe stato con noi un mese o due al massimo e volevamo preparare il ristorante per far sentire i clienti al sicuro e per farli tornare a mangiare in un locale”. Ma poi ha cambiato idea.

Park ha iniziato a importare i prodotti dall’estero e tramite internet e si è sparsa la voce. Altri ristoranti e imprenditori hanno iniziato a chiedergli dove prendesse i prodotti così necessari. Ha visto un’opportunità e ha avviato un’impresa. “Il nostro motto è proteggere New York dal noto e dall’ignoto”, ha dichiarato. Il negozio è sempre frequentatissimo, gli ordini online non si fermano e viaggiano al ritmo di uno ogni 2 minuti.

Il CV19Essential è aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 17 (qui trovate il sito internet ufficiale cv19essential.com). Si trova al 41 della 35esima Strada, strategica e celebre zona commerciale nel quartiere Midtown Manhattan formata dall’incrocio tra Broadway, Sixth Avenue e 34th Street.

Cosa vende e prezzi

Un “giro” al suo interno ce lo offre, virtualmente, Piero Armenti, imprenditore, giornalista e blogger di straordinario successo, un vero mito per gli italiani a New York, che come sempre mostra in versione videoselfie la vita nella Grande Mela.

Vitamine coloratissime, termal screening ultra professionali, super tecnologici wc anti-Covid e altro ancora. “Sapevo – dice Armenti – che prima o poi sarebbe successo, e non mi meraviglia sia successo proprio qui a Koreatown”, cuore pulsante di NY che parla asiatico. “Uno di quei negozi, però, che ti auguri prima o poi scompaia” (il video di Piero Armenti lo potete vedere qui, sulla sua seguitissima pagina Facebook, che è anche una agenzia viaggi, “Il mio viaggio a New York“).

E i prezzi? Non proprio abbordabili. Per fare qualche esempio, lo sterilizzatore per smartphone costa 68 dollari (circa 58 euro), il purificatore d’aria portatile 118 dollari (circa 100 euro), la lampada ammazza germi 150 (128 euro), il sistema automatico e touchless di ricambio pellicola copri water 399,99 (340 euro).

Il primo store dedicato al Covid negli Usa, ma pensato come temporaneo, aveva aperto a luglio a Miami. Il primo pop-up interamente pensato per il Coronavirus è però rimasto vista la grande richiesta ed è posizionato all’interno del centro commerciale Aventura. Nadav Benimetzky, store manager del negozio, ha affermato che la richiesta è alta e intende tenere il negozio aperto per tutto il tempo necessario. In molti sul web l’hanno però accusato di essere un tentativo di lucro di cattivissimo gusto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inaugurato il primo negozio Covid a New York: ecco cosa vende