Ecco Clubhouse, cos’è e come funziona il nuovo fenomeno social

Arriva anche in Italia il nuovo social network Clubhouse, senza foto né post di testo e articoli: sulla piattaforma si comunica solo con messaggi vocali

Impazza la mania Clubhouse, un nuovo social network che potrebbe rivoluzionare il settore e, forse, il modo di comunicare sul web. Fondato all’inizio della pandemia nella Silicon Valley, la zona della baia di San Francisco diventata la capitale mondiale della tecnologia, questa piattaforma innovativa potrebbe presto farci salutare per l’ultima volta Facebook, Twitter e Instagram. Gli utenti attivi sono per ora solo due milioni, ma tra questi ci sono grandi star internazionali, a iniziare da Oprah Winfrey, la regina della tv e dei talk show americani. La comunità è in continua espansione, e promette di essere la piazza digitale più di tendenza del momento.

Che cosa è Clubhouse, il social dei messaggi vocali

Clubhouse è il nuovo social network sulla bocca di tutti. Letteralmente. A differenza dei concorrenti, che puntano su contenuti testuali e multimediali, come foto, infografiche e video, su Clubhouse è possibile scambiare esclusivamente audio. Alla sua origine c’è anche il successo dei messaggi vocali di WhatsApp, che mettono insieme l’efficacia comunicativa di una chiamata e la potenza espressiva della voce umana, ma con la comodità logistica di un sms.

Gli utenti possono così chiacchierare, raccontare pezzi di vita o storie inventate, discutere degli argomenti più caldi, consolidare le proprie amicizie durante un periodo così difficile per la vita sociale o addirittura stringerne di nuove attraverso il solo uso della voce.

Il nuovo social Clubhouse vale un miliardo di dollari

Clubhouse è stato fondato ad aprile 2020 da Paul Davison e Rohan Seth, che hanno raccolto 12 milioni di dollari per la loro start up, grazie alla società di venture capital Andreessen Horowitz. Poche settimane fa il fondo ha investito altri 100 milioni di dollari per far espandere il progetto in seguito a una stima post money. Il valore di Clubhouse ammonta oggi a 1 miliardo di dollari.

Come è possibile scaricare l’app di Clubhouse in Italia

È possibile scaricare Clubhouse in Italia solo se si possiede un dispositivo Apple, dunque un iPhone o un iPad. Il social network è ancora in fase closed beta. Significa che le sue funzioni possono essere valutate solo da un numero relativamente ristretto di utenti prima del rilascio della versione ufficiale e stabile dell’applicazione.

Ci si può iscrivere alla piattaforma solo attraverso un invito da parte di un utente già attivo. Negli Stati Uniti, oltre alla già citata Oprah Winfrey, si sono iscritte molte celebrità, come la star della musica Drake, i comici Kevin Hart e Chris Rock, e l’attore Ashton Kutcher.

Come funziona il social dei messaggi vocali Clubhouse

Dopo aver effettuato l’accesso, chi si iscrive a Clubhouse può scegliere una stanza (room) in cui conversare, consigliata dall’algoritmo in base alle sue passioni e ai suoi interessi. Gli argomenti possono spaziare dal cinema alla musica, dalla politica alla tecnologia, passando per la cucina. Un meccanismo non troppo diverso da quello dei gruppi di Facebook, delle comunità di Reddit o dei thread degli ormai quasi dimenticati forum.

In ogni stanza di Clubhouse si tengono delle conversazioni, e l’utente può scegliere se limitarsi ad ascoltare o prendere parte alla discussione con un audio. Per proteggere la privacy e i dati sensibili degli iscritti, il social network non permette la condivisione, la registrazione o il download dei messaggi vocali.

Clubhouse apre agli influencer e ai guadagni sull’app

Chi sogna una carriera da influencer e di guadagnare grazie a internet, potrebbe trovare in Clubhouse una nuova gallina dalle uova d’oro. I suoi fondatori stanno infatti pensando a un sistema di monetizzazione per la piattaforma, in maniera simile a quanto avviene su Youtube e Twitch. Dovrebbe essere infatti prevista la possibilità per gli utenti di iscriversi e abbonarsi a pagamento ai canali, e lasciare mance ai creatori di  contenuti originali.

Clubhouse: il nuovo social scatena già le polemiche

Nonostante la giovane età e, bisogna sottolineare, il fatto che sia ancora in una fase primordiale di test, Clubhouse ha già ricevuto aspre critiche per quanto riguarda i contenuti che vengono condivisi. A differenza di altre piattaforme, infatti, il sistema di controllo dei contenuti offensivi non sembrerebbe funzionare al meglio. In seguito ad accesi dibattiti su argomenti che riguardano etnia e genere, e alle tante segnalazioni di abusi da parte degli utenti, la società ha diramato un comunicato stampa.

Clubhouse fatto sapere che condanna il razzismo e l’antisemitismo e tutte le forme di incitamento all’odio. Per questo si starebbe attrezzando con l’assunzione di nuovi moderatori e con un algoritmo più intelligente. Nella nota non si fa direttamente cenno al problema, segnalato da molti iscritti alla piattaforma, dell’omotransfobia dilagante sul social, né alle tante segnalazioni di discorsi di violenza sulle donne, addirittura con inviti al femminicidio. Tuttavia il social potrebbe presto trovare un modo per applicare severamente le sue linee guida.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecco Clubhouse, cos’è e come funziona il nuovo fenomeno social