Briatore chiude il Billionaire. Scoppia la polemica con il sindaco di Arzachena

Botta e risposta tra Flavio Briatore e il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda, dopo che il manager milionario, proprietario della famosissima discoteca a Porto Cervo, ha accusato il primo cittadino di aver esagerato con le restrizioni anti-Covid

Botta e risposta tra Flavio Briatore e il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda, dopo che il manager milionario, proprietario della famosissima discoteca Billionaire a Porto Cervo, aveva accusato il primo cittadino di aver esagerato con le restrizioni anti-Covid.

L’accusa di Briatore al sindaco di Arzachena

In un video pubblicato su Instagram, Briatore ha annunciato la chiusura del Billionaire e si è scagliato contro il sindaco:

“Sono tornato a Montecarlo. Il sindaco di Arzachena, l’unico in Italia, ha reso più restrittivo il decreto Conte. Non capisco, ha cancellato completamente la musica. E poi in Sardegna la situazione del virus in Costa Smeralda non mostra criticità rispetto alla criticità nazionale. Il tenore dell’ordinanza farebbe pensare a una situazione drammatica, piena di focolai. Io non so come il sindaco possa collegare i decibel col virus”.

Briatore ha spiegato anche di aver ricevuto centinaia di telefonate di persone che gli chiedevano come mai la sua celebre discoteca fosse stata chiusa. “Il sindaco ha agito di impulso, firmando un’ordinanza e facendo tutto da solo, ma fa solo danni. Abbiamo trovato un altro grillino contro il turismo, a me dispiace per i nostri clienti, i nostri dipendenti e tutti i ragazzi che lavorano con noi”.

E avverte che adesso “vedremo come tutelarci”. Poi chiede scusa a tutti i dipendenti per essere amministrati “da un sindaco così. Piange il cuore vedere un’economia trucidata così da gente che non ha fatto un c… nella vita”.

La storia del mitico Billionaire

Il marchio Billionaire è nato nel 1998 dalla mente di Briatore (famoso il suo decalogo per avere successo) e Max Correnti, dj storico della movida della Costa Smeralda, proprio come discoteca a Porto Cervo, frequentatissima dai VIP e dai personaggi illustri del mondo dell’industria e della finanza italiane. Successivamente il nome di Billionaire si è esteso anche a una linea d’abbigliamento da uomo e alla gestione di eventi di lusso, come il BIllionaire Travel.

Nel 2012 Briatore annunciò la chiusura del locale, che poi però riaprì l’anno dopo dopo la vendita alla società Bay Capital, che fa capo alla Far East Leisure con sede a Singapore. Nel frattempo, Briatore inaugura i Billionaire anche a Cortina (2005), Montecarlo (2008-2015, all’interno del Fairmont Hotel in occasione del Grand Prix di maggio), Istanbul (2011), Marbella (2012), Bodrum (2012), Baku (2016) e Dubai (2016). Il locale in Sardegna viene poi rilanciato nell’estate 2016 in coppia con Assunta Madre, noto marchio di ristoranti di Roma, Milano, Londra e Barcellona.

La replica del sindaco

Alle accuse di Briatore è arrivata immediata la replica del sindaco, sempre via social, questa volta su Facebook:

“Pensavo fosse una parodia di Crozza che imitava Briatore, invece era quello originale”, afferma lapidario Ragnedda. “Mi dispiace perché ci sono stati attacchi personali che non mi sarei mai aspettato, ma è soprattutto importante tutelare la figura del sindaco”.

Si dice “sempre” dalla parte degli imprenditori Ragnedda, ma “è giusto che le regole vengano rispettate. Bisogna cercare di stare attenti, queste decisioni non vengono prese a cuor leggero”. Poi conclude: “È un momento particolare e la guardia va tenuta alta, quest’ordinanza va a tutelare la salute di tutti”, e rivolgendosi proprio a Briatore, “soprattutto di quelli più anziani come lei che è giusto che si proteggano e mettano la mascherina. Sarebbe un peccato perché l’Italia ha bisogno di personaggi come lei”.

Tutto questo mentre a Montecarlo Briatore ha appena inaugurato la terza pizzeria della sua nuova catena Crazy Pizza. Peccato che la pizza sia stata letteralmente sommersa di critiche, soprattutto per il prezzo, che si aggira intorno ai 25 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Briatore chiude il Billionaire. Scoppia la polemica con il sindaco di ...